30 anni dopo, è stato spiegato perché Mario attraversa i blocchi in Super Mario All-Stars

La versione SNES di Super Mario Bros. inclusa nella collection Super Mario All-Stars ha poche differenze di gameplay rispetto alla versione NES. Una differenza in particolare, però, salta all'occhio per chiunque sia abituato al resto della serie, ed è storicamente odiata dai fan: Mario passa attraverso i blocchi mattone. Vi siete mai chiesti perché?

Frieze, programmatore (e autore dell'ottimo canale YouTube Retro Games Mechanics Explained) ha rovistato nel codice dei due giochi per capire esattamente il motivo di questa differenza, e l'ha spiegata nel suo blog.

Confronto tra NES e SNES. Fonte della gif: cohost.org/rgmechex/

La prima scoperta interessante è che, al contrario di quanto può sembrare, la routine della rottura del blocco in All-Stars è una copia esatta, riga per riga, del codice originale. Grazie a un leak, sappiamo persino la data di questo codice: 12 agosto 1985. Insomma, la rottura del blocco di per sé è rimasta invariata. La seconda scoperta interessante è che, sia su NES che su SNES, il codice dice a Mario di salire quando colpisce un blocco. Apparentemente, quindi, sembra che la versione "corretta" sia quella SNES. Allora cosa succede su NES?

La spiegazione è che quando il blocco viene colpito si trasforma per un frame in un tile invisibile ma ancora solido; in questo momento inizia l'animazione del blocco colpito; infine, nel frame successivo, diventa un tile attraversabile. I programmatori hanno limitato di proposito il rendering a un solo blocco per frame, forse per evitare rallentamenti o bug visivi. Nella versione NES Mario sbatte la testa quando il blocco è invisibile ma solido, e quindi non può salire ulteriormente. Nella versione SNES invece questa limitazione è stata tolta (la riga di codice è sempre lì, ma è letteralmente stata "commentata"): tutto questo processo avviene nello stesso frame, il tile diventa subito attraversabile e così Mario non va a sbattere. Chissà se questa è una scelta intenzionale, o se i programmatori hanno pensato di ottimizzare la performance senza accorgersi delle ripercussioni sul gameplay.

Grazie a una hack, possiamo vedere come sarebbe stato Super Mario All-Stars con la stessa limitazione della versione NES.

Consiglio di leggere la spiegazione in inglese di Frieze, che scende nel dettaglio tecnico e mostra il codice del gioco.

Secondo voi qual era il comportamento intenzionale, quello NES o SNES? Esiste qualcuno che preferisce la versione SNES?

Commento
Ordina per più votati
Ordina per più nuovi Ordina per più vecchi
Feedback inline
Vedi tutti i commenti
RednGreen
Redattore
11 mesi fa

Interessante! Mi sono sempre chiesto perché i blocchi funzionassero in quel modo nella versione SNES, ma non pensavo che la differenza stesse in qualche riga di codice commentato. Rompere strisce di blocchi mentre corri è particolarmente fastidioso perché ti ci incastri e perdi momentum, a volte però torna utile perché ti permette di salire più velocemente su altri blocchi.

Ultima modifica: 11 mesi fa di RednGreen
Siamo in diretta!
Guarda su Twitch