Eliminati numerosi fangame Nintendo dalla piattaforma di giochi indie Game Jolt

Commenta
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Telegram

Per chi non lo conoscesse, Game Jolt è un sito che dal 2002 accoglie a braccia aperte giochi di creatori indipendenti di tutto il mondo, sulla stessa linea di altre piattaforme come itch.io o lo storico Newgrounds.

Si tratta di un luogo caratterizzato da una forte attenzione e dedizione verso i giocatori e creatori di qualsiasi genere, tanto da avere una sezione dedicata esclusivamente ai fangame.

Quanto a questi ultimi... sappiamo ormai troppo bene il comportamento che Nintendo decide di adottare, soprattutto di recente, verso qualsiasi prodotto che in qualche modo contenga una delle loro proprietà intellettuali. Avrete già capito dove stiamo andando a parare. Infatti, lo scorso 29 dicembre, è comparsa una comunicazione di Nintendo sull'account GitHub di Game Jolt, la quale intimava la rimozione dal sito di un centinaio di fangame di Mario, Zelda, Pokémon e Smash Bros. Tutti i giochi della lista sono poi stati effettivamente cancellati dal sito.

"These web pages display images of Nintendo's video game characters in connection with unauthorized online games that copy the characters, music, and other features of Nintendo's video games. The web site at gamejolt.com generates revenue from advertising banners displayed on the site and advertisements played while users wait for the games to load."

"Queste pagine web mostrano immagini di personaggi di videogiochi Nintendo collegati a giochi online non autorizzati che copiano personaggi, musica, e altri aspetti dei videogiochi Nintendo. Il sito web gamejolt.com genera profitti da banner pubblicitari collocati sul sito e vengono mostrate pubblicità durante il caricamento dei giochi."

Questo tratto del comunicato evidenzia una questione che da sempre fa chiedere in quali casi Nintendo decida effettivamente di prendere azioni legali contro un fangame. Per motivi come questo infatti, alcuni sono giunti all'ipotesi che Nintendo butti giù solamente i progetti che vengono monetizzati in qualche modo, quasi sempre proprio tramite annunci pubblicitari, com'è accaduto anche in passato. L'ipotesi più giusta, però, sembra essere molto più semplice e molto più amara: Nintendo ha il diritto di eliminare qualsiasi contenuto non autorizzato che utilizzi le loro IP. Da questo punto di vista, è assolutamente inattaccabile.

A nostro avviso, però, è spiacevole dal punto di vista umano. Nintendo è davvero disposta a schierarsi contro creazioni, nate da nient'altro che passione (sacrificando spesso mesi di lavoro), pur di evitare danni insignificanti e ribadire per l'ennesima volta che Mario, Zelda, Pokémon, Smash, Metroid e tutti i loro franchise appartengono a loro e loro soltanto?

Non condividiamo questa scelta, e saremo sempre pronti come community a supportare gli sforzi e i progetti degli appassionati di tutto il mondo.

#FreeGamejolt .

Parla con i fan italiani di Mario

Entra nella chat Discord

Chi è l'autore?

Avatar di AndrewPixel Biografia: Staffer dal 2019. Appassionato di game design, grafica e musica elettronica. Nel tempo libero mi piace giocare, scrivere, stare su Discord, ma soprattutto creare qualsiasi cosa mi passi per la testa.
Giochi preferiti: Super Mario 3D World, Super Mario Maker 2, WarioWare D.I.Y, Super Mario Bros. X, Mario & Luigi: Fratelli nel Tempo, Super Mario World 2: Yoshi's Island, Geometry Dash.
Contatti: Email YouTube Twitter
Notizia

Lascia un commento