105. Je suis Charlie.

  • Cita
  • Avatar utente
    Livello 22 - Waluigi
    Messaggi: 2510
    2510
    Darksilver ha scritto:A uccidere non sono stati due due estremisti, non sono stati due musulmani, sono stati due o tre c******i di m***a. Punto. È l'unica classificazione che si può fare, è l'unica che va fatta, perchè un atto del genere non è stato compiuto da tutti gli immigrati, da tutti i musulmani, ma solo da quei tre.
    Grazie Dark. Non posso capire quelli che pretendono che ora i musulmani devono "scusarsi" per questo. Quei 2 bastardi non c'entrano niente con la gente normale.

    Purtroppo ogni volta che succede qualcosa del genere, il razzismo si fa sentire.
    Mi chiedo, però: perché la stampa spende tanto tempo su queste uccisioni, e non su quelle che accadono in giro per il mondo, per gli stessi motivi? Perchè gli europei sono cittadini di serie A? Perché tanto "tra di loro" possono fare quello che vogliono, finché rimangono lontani da loro?
    E di tutte le persone che muoiono e che sono morte per mano della mafia, camorra, qua in Italia, perché tentano di ribellarsi all'omertà e di scardinarle dal territorio? Perché nessuno ad esempio ha parlato delle minacce che arrivano regolarmente a Telejato, una emittente siciliana? Loro avranno il diritto di essere ricordati come "portatori della libertà di stampa" solo quando moriranno? O manco quello, perché la mafia non fa notizia, e l'Islam sì?
    È complicato. Capisco perché questa notizia si è diffusa in tutto il mondo, ed è giusto così. Ma ovviamente, sta anche bene alla destra come esempio di quanto sono pericolosi gli immigrati, e quindi i media controllati di quel lato della politica useranno questa tragedia per sostenere la loro narrativa.

    Una domanda aperta che mi sono posto e sulla quale non ho veramente una risposta: Cos'è la libertà della stampa? Charlie Hebdo ha pubblicato roba molto spinta sotto la pretesa di essere satira, che probabilmente ha offeso certe persone. Non me la sento di giudicare sui loro disegni e le loro opinioni, anche perché è sempre una questione di contesto (Una citazione che mi piace e che rispecchia la mia opinione sulla faccenda è "Satire is funny as long as it punches up"). E non mi sembra necessario dire che ovviamente cos'è successo è terribile e nessuno si merita qualcosa del genere.
    Ma per esempio, dei giornali apertamente nazisti hanno davvero il diritto di esistere? Delle ipotetiche riviste di "satira" chiamate così che pubblicano solo fumetti che vanno contro immigrati? Anche roba del genere dovrebbe essere protetta? Secondo me no, ma dove si tira la linea su cosa va bene e cosa no?
  • Cita
  • Avatar utente
    Staff Tecnico
    Messaggi: 300
    Sesso: Maschio
    Località: Regno di Mahakam
    300
    Corano, 9:29 ha scritto:Combattete coloro che non credono in Allah e nell'Ultimo Giorno, che non vietano quello che Allah e il suo Messaggero hanno vietato, e quelli, tra la Gente della Scrittura, che non scelgono la religione della verità, finché non versino umilmente il tributo e siano soggiogati.
    Ma d'altra parte
    Bibbia, Deuteronomio, 7:2 ha scritto:Dio parlò ad ogni uomo d’Israele e, riguardo i nemici, proclamò: “Tu li voterai allo sterminio; non farai alleanza con loro e non farai loro grazia.
    Potrei discutere per ore della funzione delle religioni in passato ed allo stato attuale quindi penso che mi limiterò ad una citazione di Seneca che secondo me aveva colto il punto già 2000 anni fa.
    Seneca ha scritto:La religione è considerata vera dalla gente comune, falsa dalle persone sagge, utile dai governanti.
    Ora per quanto il fatto sia grave, condannabile, brutto, cattivo ecc non intendo aggiungere parole ai fiumi che sono stati già scritti quanto soffermarmi su quanto (poco) siamo differenti da loro e sulle reazioni (sbagliate) che si sono viste in giro.
    Loro (le frange estremiste terroriste della fede islamica in questo caso) hanno ucciso 11 persone perché prendevano in giro le loro divinità, i loro profeti, la loro cultura ma ho visto donne mature picchiare ragazze perché manifestavano nude in piazza San Pietro contro la visione che ha la fede cristiana della donna. Ho visto il caso delle ragazze russe messe in carcere per ragioni simili, delle persone di colore venire picchiate ed uccise negli USA e i casi Aldovrandi e Cucchi in Italia. Quanto siamo diversi? Loro ci sparano, noi proviamo a censurare le libere opinioni in rete con leggi, noi abbiamo ai voti un ddl anti diffamazione che mi ha fatto veramente rabbrividire per giustificare e mettere in atto censure di stato e non. Noi siamo il paese che quando un giornale doveva mandare in stampa un articolo sul nostro presidente della camera ha visto le sue macchine per la stampa prendere misteriosamente fuoco durante la notte. Le coincidenze esistono, direte voi, ma se non fossero coincidenze i colpevoli sarebbero da ricercare in persone da noi votate e pagate. Quasi dimenticavo che noi (Italia, italiani, Europa, occidente) siamo quelli che abbiamo fatto guerre per esportare la democrazia, ovvero imporre ad altri il nostro modo di vedere il mondo. E qui mi fermo perché penso di aver chiarito il punto.

    A prescindere da quanto detto sopra, a questa terribile vicenda come abbiamo reagito? Male. Abbiamo, noi popolo nelle persone di politici ma anche di semplici cittadini che hanno espresso la loro opinione in rete o in televisione, detto che dovremmo ucciderli tutti, si è parlato di reinstaurare la pena di morte in Francia tramite referendum, gli USA hanno addirittura offerto alla Francia l'esercito. Che abbiamo di differente da loro? Perché dovremmo ritenerci migliori e superiori? C'è reale differenza fra “non mi piacciono le tue vignette: ti uccido” e “tre persone della tua fede hanno uccido 11 persone perché non gli piacevano delle vignette: noi vi ammazziamo tutti, anche i vostri bambini (così i sopravvissuti impareranno come e perché odiarci)”?
    Come possiamo indignarci con gli islamici e non con noi stessi? Come possiamo pensare che il problema siano loro?
    Il resto di quello che voglio dire è racchiuso in questo estatto: “Dire #JeSuisCharlie è semplice. Invece opporsi ai pregiudizi più forti e giovani della nostra contemporaneità, molti dei quali riguardano l’Islam, costa fatica, a volte perfino punizione sociale e professionale” preso da qui http://www.wired.it/attualita/media/201 ... i-charlie/
    E per difendersi dal vero pericolo dei nostri paesi e dei nostri tempi, ovvero la sottocultura il populismo ed il popolo che non è più popolo ma massa concludo con questa frase:
    Antonio Gramsci ha scritto:Agitatevi, perché avremo bisogno di tutto il vostro entusiasmo.
    Organizzatevi, perché avremo bisogno di tutta la vostra forza.
    Studiate, perché avremo bisogno di tutta la vostra intelligenza.
    Immagine
    ~Set made by Darksilver & Minoz
    Membro ufficiale del Team Tecnico Mario's Castle TTMC
  • Cita
  • Avatar utente
    Livello 12 - Bob-Omba
    Messaggi: 597
    Sesso: Maschio
    Località: Italia & Campo Mezzosangue
    Sito web: http://it.coldplay.wikia.com
    597
    Nessun Dio, qualunque sia stato il suo nome, ha mai voluto queste cose. No, non possono comsiderarsi islamici. L'Islam non è questo. È triste il fatto che adesso certa gente si voglia chiudere al mondo islamico per questo. Che dire, l'ignoranza. È l'ignoranza che porta a questi attentati, gli stereotipi, tutto. Si chiama solo IGNORANZA e comunque incombe ancora, a palate.
    Non è la prima volta. Anche i crociati - nel nome di Dio dicevano loro - fecero la loro parte devastando intere città . Ma ora siamo nel 2015, scusate. Le cose [si suppone] dovrebbero cambiare insomma.
    E nessuna offesa, se la si poteva chiamare così, può giustificare un omicidio.

    Triste.Triste

    "I see humans, but not humanity"
  • Cita
  • Avatar utente
    Livello 21 - Birdo
    Messaggi: 2321
    Codice amico Nintendo Switch: SW-8170-9101-6643
    Sesso: Maschio
    2321
    AtlasYT ha scritto:Nessun Dio, qualunque sia stato il suo nome, ha mai voluto queste cose. No, non possono comsiderarsi islamici. L'Islam non è questo. È triste il fatto che adesso certa gente si voglia chiudere al mondo islamico per questo. Che dire, l'ignoranza. È l'ignoranza che porta a questi attentati, gli stereotipi, tutto. Si chiama solo IGNORANZA e comunque incombe ancora, a palate.
    Non è la prima volta. Anche i crociati - nel nome di Dio dicevano loro - fecero la loro parte devastando intere città . Ma ora siamo nel 2015, scusate. Le cose [si suppone] dovrebbero cambiare insomma.
    E nessuna offesa, se la si poteva chiamare così, può giustificare un omicidio.

    Triste.Triste

    "I see humans, but not humanity"
    Dio è un'invenzione umana e chi l'ha creato o chi lo interpreta a queste persone può fargli pensare quello che vuole, anche se il creatore di tale religione non voleva che accadesse ciò, essendo una creazione umana, il concetto di Dio e dei suoi insegnamenti è facilmente manipolabile affinché insegni ciò che vuoi tu...
    Traduzione di Mother 3:
    SPOILER (Video) | Mostra

  • Cita
  • Avatar utente
    Livello 21 - Birdo
    Messaggi: 2404
    Codice amico Nintendo Switch: SW-6869-9562-7967
    Twitter: Gianshulka
    Sesso: Maschio
    Località: Torino
    2404
    La situazione sta degenerando, ogni giorno la Francia é sotto attacco, anche gli Stati Uniti e la Gran Bretagna sono stati minacciati dello stesso trattamento. Per finire sono intervenuti gli Anonymous (gruppo di hacker) a dichiarare guerra ai terroristi.

    È praticamente iniziata la Terza Guerra Mondiale.
  • Cita
  • Avatar utente
    Livello 26 - Daisy
    Messaggi: 4614
    Codice amico Nintendo Switch: SW-7594-0014-1043
    Sesso: Femmina
    4614
    http://karim-metref.over-blog.org/2015/ ... arlie.html
    Immagine
    That is not dead which can eternal lie, and with strange aeons, even death may die.
  • Cita
  • Avatar utente
    Livello 13 - Categnaccio
    Messaggi: 688
    Sesso: Maschio
    688
    Beh. Di certo, la Bibbia, o il Corano, o qualunque "sacra scrittura" in questo mondo, è composta, a mio parere da contraddizioni IMMENSE, come il passo del deuteronomio che il buon Mahakam ha citato contro il comandamento "non uccidere". Ora, non voglio mancare di rispetto a nessuno, ma Charlie Hebdo, secondo me, è stato veramente sconsiderato, stupido, oserei dire. Per prima cosa, sapeva chi andava a "punzecchiare", la religione a mio avviso con le regole più ferree e severe, contro chi è "nemico della religione". Per seconda, una satira deve essere una critica con dei fondamenti e del sarcasmo, non "il Corano è m***a+battuta stupida", in quel modo risulti pesantemente offensivo verso non una persona, non un gruppo di persone, ma un POPOLO. E che popolo! Detto questo, la mia intenzione non è affatto giustificare quelle 2-3 "persone fanatiche", poiché non le considero nemmeno tali, visto che gli umani devono avere dell'umanità. In conclusione, #Jenesuispascharlie, non perché reputo giusto ciò che è successo, ma perché reputo Charlie Hebdo uno sconsiderato.
    Danganronpa è bello giocatelo
  • Cita
  • Avatar utente
    Livello 21 - Birdo
    Messaggi: 2203
    Codice amico Nintendo Switch: SW-3698-0876-5189
    Twitter: zigoonml
    Sesso: Maschio
    Località: Pescara
    2203
    Non a caso, Charlie Hebdo ha come sottotitolo "Journal irresponsible".Credo che chiunque vada a disegnare lì lo faccia sapendo bene i rischi che corre, e ha semplicemente voglia di disegnare quelle cose. Tant'è vero che quelli sopravvissuti, nonostante tutto, continuano a disegnare vignette con lo stesso stile e facendosi beffe degli attentatori. ahsisi

    Ieri un tizio mi ha dato una copia del Charlie Hebdo di ieri (in vendita con Il Fatto Quotidiano). In una tavola c'è scritto: "Vignettista da Charlie Hebdo: 25 anni di lavoro. Terrorista: 25 secondi di lavoro. Terrorista: un lavoro per scansafatiche e pipparoli.", mentre in un'altra ci sono i due terroristi che dicono "Beh, dove sono le 70 vergini?" e le vergini rispondono "Con l'équipe di Charlie, sfigati!". Quindi sono vignettisti che non si fermano davanti a nulla, nemmeno davanti alla Morte, che in un'altra vignetta si mette a ridere e dice "Je m'abonne!" (Mi abbono!).mentre legge una copia di Charlie Hebdo che ritrae la stessa vignetta con la Morte che dice ancora "Je m'abonne!"..

    Persone che, dopo tutto quello che è successo, continuano comunque a disegnare, possono essere essenzialmente due cose: o stupidi, perché in un giornale venduto quotidianamente nelle edicole ed esposto alla pubblica piazza mettere Maometto nudo può essere sconveniente, o coraggiosi paladini di un concetto di "libertà d'espressione" molto particolare.


    ...Ma poi è vera 'sta cosa che il Papa ha detto "Va bene la libertà d'espressione, ma se offendono mia madre gli do un pugno"? Mi ha fatto ridere, se è vero Bergoglio è un grand'uomo. asd

    All abroad the hype train!
    Immagine

    ———————Mario’s Castle Tales———————
    Link alla sezione del MC - Sito
    ———————Traguardi nel forum———————
    1º posto al Wii U: Gameplay Concept Battle - 3° posto al Caccia ai Boo, seconda edizione - 1° posto al Mario’s Castle in Cosplay - 3º posto al Torneo Millemiglia 2013 - 3° posto al Torneo di SSBB: l’ultima rissa (non in HD) - 3° posto al Il Mario’s Castle usa Metronomo! - 3° posto al 1° torneo di Pokémon X/Y - 1° posto al 1° torneo di Super Smash Bros. for 3DS - Vincitore del contest di Hazumi - 3° posto nel Baby Tournament
    ———————Altri profili———————
    PSN - AP - FEHKeeper - Super Mario Maker
    ———————Altro———————
    Dai da mangiare a Accino! - Team dell’Arena di Fire Emblem Heroes
  • Cita
  • Avatar utente
    Livello 21 - Birdo
    Messaggi: 2404
    Codice amico Nintendo Switch: SW-6869-9562-7967
    Twitter: Gianshulka
    Sesso: Maschio
    Località: Torino
    2404
    Tutorial: come essere LEZZI!

    Immagine
  • Cita
  • Avatar utente
    Livello 23 - Wario
    Messaggi: 3260
    Codice amico Nintendo Switch: SW-0000-0000-0000
    Sesso: Maschio
    Località: Lazio
    3260
    Zigoon ha scritto:Non a caso, Charlie Hebdo ha come sottotitolo "Journal irresponsible".Credo che chiunque vada a disegnare lì lo faccia sapendo bene i rischi che corre, e ha semplicemente voglia di disegnare quelle cose. Tant'è vero che quelli sopravvissuti, nonostante tutto, continuano a disegnare vignette con lo stesso stile e facendosi beffe degli attentatori. ahsisi

    Ieri un tizio mi ha dato una copia del Charlie Hebdo di ieri (in vendita con Il Fatto Quotidiano). In una tavola c'è scritto: "Vignettista da Charlie Hebdo: 25 anni di lavoro. Terrorista: 25 secondi di lavoro. Terrorista: un lavoro per scansafatiche e pipparoli.", mentre in un'altra ci sono i due terroristi che dicono "Beh, dove sono le 70 vergini?" e le vergini rispondono "Con l'équipe di Charlie, sfigati!". Quindi sono vignettisti che non si fermano davanti a nulla, nemmeno davanti alla Morte, che in un'altra vignetta si mette a ridere e dice "Je m'abonne!" (Mi abbono!).mentre legge una copia di Charlie Hebdo che ritrae la stessa vignetta con la Morte che dice ancora "Je m'abonne!"..

    Persone che, dopo tutto quello che è successo, continuano comunque a disegnare, possono essere essenzialmente due cose: o stupidi, perché in un giornale venduto quotidianamente nelle edicole ed esposto alla pubblica piazza mettere Maometto nudo può essere sconveniente, o coraggiosi paladini di un concetto di "libertà d'espressione" molto particolare.


    ...Ma poi è vera 'sta cosa che il Papa ha detto "Va bene la libertà d'espressione, ma se offendono mia madre gli do un pugno"? Mi ha fatto ridere, se è vero Bergoglio è un grand'uomo. asd
    Ni. I giornalisti, come al solito devono sempre riportare le cose in modo incompleto cioè che ha detto il Papa è stato: "Libertà di espressione sì, ma senza offendere, perchè è vero che non si può reagire violentemente, ma se il dottor Gasbarri (Alberto Gasbarri, organizzatore dei voli papali, ndr), che è un amico, dice una parolaccia contro mia mamma, gli spetta un pugno". È una cosa completamente diversa. In sintesi il suo discorso è questo, puoi scherzare e fare battute ma se mi manchi di rispetto non pensare che me ne starò.
    Edit: Che poi c'è una grande differenza tra la Libertà di stampa e ciò che i satirici francesi (dico francesi perché il fatto è avvenuto in francia ovviamente) chiamano "Diritto di offendere".

    Accedi o registrati per rispondere!

     

    cron