Il Mario's Castle consiglia: Shantae and the Pirate's Curse

  • Cita
  • Avatar utente
    Amministratore
    Messaggi: 5953
    Codice amico Nintendo Switch: SW-2068-0538-9502
    Sesso: Maschio
    5953

    Sviluppato da: WayForward
    Data di uscita: 5 febbraio 2015
    Piattaforma: Nintendo 3DS/Wii U (eShop)
    Website: wayforward.com/games/shantae-and-the-pirates-curse/
    Prezzo: 16.99 €

    Aaah, la carissima Shantae. Molti di voi dovrebbero già conoscerla, la vivacissima ragazza mezzo-genio che tenta di salvare più e più volte Scuttle Town e Sequin Land dalla temibilissima pirata Risky Boots. Se non avete avuto modo di conoscerla né nel suo primo gioco, Shantae per Game Boy Color, né nel sequel Shantae: Risky's Revenge per DSiWare, allora questa è l'occasione buona per iniziare ad abbracciare questa fantastica serie, immergendosi nell'ottimo terzo capitolo denominato Shantae and the Pirate Curse! Penso di aver portato avanti la parte del professore di storia fin troppo oltre, meglio che inizi a parlare del gioco che devo recensire!


    Shantae non è in Smash Bros. 4 perché sarebbe troppo simile a Samus, e si sa che Sakurai odia Metroid.

    Iniziamo parlando del gameplay. La novità che salta immediatamente all'occhio è che, a differenza dei precedenti due capitoli, non è possibile assumere forme animalesche eseguendo danze diverse. All'inizio può sembrare spiazzante (come del resto è stato per me), ma le prime ore di gioco già fanno ricredere immediatamente sui dubbi che si pongono all'inizio, proponendo al giocatore di usare gli oggetti di Risky Boots (per fare degli esempi, la sua pistola per sparare o i suoi stivali per correre velocemente) per farsi strada in ogni tipo di situazione. Molte delle tecniche che impara Shantae mi hanno ricordato quelle che Samus Aran impara nei Metroid 2D, ed essendo fan della serie, ciò mi ha fatto molto apprezzare questo cambiamento nel tipico gameplay di Shantae, considerando anche che un Metroid 2D non lo si vede da più di dieci anni.


    Uhm, gli umani normalmente combattono agitando i propri capelli come una frusta?

    La difficoltà nel complesso l'ho trovata molto ben calibrata. Nonostante i vari potenziamenti e l'energia in più che Shantae acquisiva passo passo, in ogni nuova ambientazione mi sono trovato sempre con un po' di filo da torcere. Una nota di demerito però devo farla ai boss: un paio mi sono piaciuti, uno l'ho trovato veramente geniale (accompagnato da un dialogo che contribuiva a renderlo tale), ma altri li ho trovati facili, noiosi e prevedibili. E il discorso della difficoltà calibrata va a farsi benedire verso la fine del gioco, dove mi è sembrato di giocare a una variante di I Wanna be The Guy.

    Il level design offre spesso del backtracking, ma non rende assolutamente l'esperienza di gioco pesante, anzi. Ogni nuova ambientazione presenta quasi sempre dei luoghi apparentemente irraggiungibili, ai quali si può accedere solo più avanti nel gioco dopo aver ottenuto l'abilità giusta. Ciò rende il gioco anche più esplorativo, facendo sentire il giocatore più vicino a quello che viene definito un Metroidvania. Purtroppo però, il backtracking offre quasi sempre luoghi minuscoli in cui si trovano oggetti necessari solamente a finire il gioco al 100%, inutili per proseguire nella trama. Anche l'esplorazione in sé sfortunatamente non è solidissima, il gioco per la maggior parte del tempo resta lineare e con un level design poco intricato.
    Se avete apprezzato la suddivisione dei vari livelli in "strati" in Risky's Revenge, mi spiace darvi questa notizia: gli interi livelli sono tutti distribuiti su un solo strato, vale a dire che si può andare solo a destra e sinistra, non più anche "più lontano" o "più vicino".


    Ricordate: il suo nome si pronuncia Sciantei, non Sciantae!

    Ma passiamo alle ambientazioni. Sono rimasto colpito in modo estremamente positivo. Avendo giocato a Risky's Revenge, temevo di ritrovarmi ancora una volta con pochissima varietà nelle ambientazioni (per intenderci, nel prequel c'erano solamente pianure, foreste e deserti). WayForward ha fatto un grandissimo passo avanti sotto questo punto di vista, proponendo ambientazioni varissime: da una foresta spettrale a un'isola colma di ghiaccio, da un deserto a una palude. E mi fermo qui per non rovinarvi la sorpresa di tutti i luoghi che scoprirete andando avanti nell'avventura.


    +5 punti a Shantae per la battutaccia!

    Mi è capitato di sentire più volte fitte di nostalgia, a causa delle musiche presenti nel gioco. Spesso, mentre esploravo l'ambiente circostante, mi è capitato di apprezzare moltissimo la musica che mi accompagnava, molto buona e memorabile. E perché le fitte di nostalgia?, qualcuno si chiederà. Beh, più di una volta, mentre mi lasciavo prendere dalla musica, non potevo fare a meno di collegare quelle note allo stile che avevano i primi Sonic the Hedgehog. Immagino che non mi serva dilungarmi oltre, avendo paragonato l'OST di Shantae and the Pirate's Curse con quella dei primi Sonic, ma se qualcuno ha ancora dei dubbi, consiglio loro di andare su Youtube e di sentire musiche di quei giochi, in modo da farsi un'idea di cosa li aspetta.
    Un piccolo avviso per chi ha intenzione di prendere il gioco su Wii U: tenete il volume basso! La prima volta che l'ho avviato stavo quasi per avere un infarto, ho dovuto abbassare il volume della TV fino a farlo arrivare quasi a 0 per poter giocare con un suono non fastidiosamente altissimo.

    Ho apprezzato il lavoro di WayForward nel fare gli artwork dei personaggi in HD per la versione Wii U, ma, parere personale, credo il gioco renda meglio su 3DS. Il motivo è che la grafica del gioco è molto pixellosa, e su uno schermo gigante o sul Wii U Gamepad non penso renda quanto sul ridotto schermo di un 3DS.

    Vorrei mettervi in guardia: quest'ultimo capitolo contiene tantissimi riferimenti (alcuni anche grandi e colmi di spoiler) al prequel, Risky's Revenge. Certo, non è assolutamente necessario giocarsi Risky's Revenge per apprezzare al meglio The Pirate's Curse, ma chi ci tiene particolarmente ad avere a portata di mano un quadro completo di tutta la storia, consiglio di giocare al prequel prima di imbattersi in questo nuovo capitolo.

    Commento finale

    Avete nostalgia dei Metroid 2D? Prendete questo gioco.
    Volete qualcosa che vi riporti alla mente le belle musiche dei primi Sonic? Prendete questo gioco.
    Volete un ottimo prodotto e basta, senza motivi in particolare? Prendete questo gioco.
    Shantae and the Pirate's Curse rappresenta un ottimo titolo che vale tutto il suo prezzo. Peccato solo per la poca esplorazione e per gran parte dei boss tutt'altro che fantastici, ma sono lieto di poter dire che gran parte dei difetti che invece avevo trovato nel capitolo precedente sono stati colmati.
    Un ultimo consiglio: giocatevi il gioco in inglese. È disponibile la lingua italiana, ma l'ho trovata veramente... malfatta e imbarazzante.
    Immagine
  • Cita
  • Avatar utente
    Amministratore
    Messaggi: 8988
    Codice amico Nintendo Switch: SW-5819-9561-2202
    Twitter: stormkyleis
    Sesso: Maschio
    8988
    Sono in astinenza da Metroidvania e non vedo l'ora. Contento di sentire che c'è più varietà nelle ambientazioni.

    Su Wii U sembra sgranatissimo, lo prenderò per 3DS.
    Immagine
  • Cita
  • Avatar utente
    Livello 28 - Donkey Kong
    Messaggi: 6850
    Codice amico Nintendo Switch: SW-5804-5760-0221
    Sesso: Maschio
    6850
    È da un'annetto e passa che lo aspetto, rimandato continuamente. È vero che ho avuto il tempo per completare Risky's Revenge in tutte le salse, ma si parla di fine estate, perché ci hanno messo così tanto? :8(: Non vedo l'ora di prenderlo, ma per ora aspetto un po', ho fin troppa roba da giocare. sìsì

    Accedi o registrati per rispondere!