› NOTIZIA
Notizia di Stormkyleis / Twitter: @Stormkyleis / 18 gennaio 2019, 11:00
COMMENTA (3)
600


Due giorni dopo l'interessante intervista di GameInformer, anche Steve Bowling di Nintendo Life ha avuto modo di parlare con i membri di AlphaDream e con Akira Otani, produttore di Nintendo.

Questa intervista pone delle buone domande sullo sviluppo del remake, e riesce a strappare qualche curiosità sugli elementi scartati del gioco originale: per esempio, a un certo punto pensavano di realizzare tutti i personaggi con l'argilla. La risposta che personalmente reputo più interessante, però, è quella alla domanda "dove vi piacerebbe vederli (Mario e Luigi) andare in futuro?". Dimostra che AlphaDream ci tiene a preservare l'originalità della serie, ed è una cosa che apprezzo molto. Anche in questo caso ho tradotto l'intervista in italiano e ve la propongo di seguito:



In Viaggio al centro di Bowser, un'enorme parte del gioco si svolge dentro il corpo di Bowser. Cosa vi ha ispirato a usare Bowser come ambientazione per il gioco?

Shinsuke Kobayashi: Inizialmente abbiamo avuto l'idea di creare un gioco con Mario, Luigi e Bowser come personaggi giocabili, ma l'idea di farli cooperare amichevolmente ci suonava un po' strana. Mettendo Mario e Luigi nel corpo di Bowser invece i tre non si incontrano mai realmente. Inoltre, far viaggiare Mario e Luigi dentro Bowser e fargli toccare delle parti all'interno del suo corpo avrebbe causato delle reazioni all'esterno, concetto che a quei tempi ci è sembrato ottimo per sfruttare i due schermi del DS.

Com'è stato realizzare l'interno di Bowser?

Kouichi Fukazawa: Ecco come abbiamo approcciato l'interno di Bowser: volevamo che fosse una rappresentazione accurata del suo corpo, ma non troppo disgustosa. Visto che è un gioco di Mario, però, volevamo che fosse anche interessante da esplorare. Queste cose, ovviamente, hanno ispirato anche il nostro approccio al remake.

È difficile da credere, ma Viaggio al centro di Bowser è uscito quasi un decennio fa. Oggi il remake ha molti nuovi contenuti e una grafica completamente rifatta. È questo l'art style al quale puntavate fin dal principio, o è qualcosa al quale avete pensato dopo l'inizio dello sviluppo?

Yoshihiko Maekawa (produttore e CEO, AlphaDream): Per questo gioco, così come per il gioco originale, l'approccio è stato sostanzialmente quello di sfruttare la console al massimo, quindi abbiamo fatto la stessa cosa anche per questo gioco.

Questo remake include una nuova storia secondaria, le avventure di Bowser Junior. Potete descriverla per coloro che non la conoscono?

Akiko Sugimoto: È una modalità basata su Scagnozzi in azione: In cerca di Bowser del remake di Superstar Saga, ma questa volta mostra il viaggio intrapreso da Bowser Junior per reclutare nuovi compagni di battaglia. Mostra l'arco narrativo della crescita di Bowser Junior e lo sviluppo della sua personalità.

Ecco come funziona: in questa modalità si raggruppano tanti personaggi, ed è molto importante disporli nella formazione corretta, dato che le battaglie si svolgono in maniera automatica. Bisogna tenere a mente le proprietà dei propri personaggi, pensiamo che questo aspetto piacerà molto alla gente.

Inoltre, in Viaggio al centro di Bowser abbiamo aggiunto il ruolo di vice-capo. Bowser Junior è il protagonista della storia, quindi i vice-capi possono essere i Bowserotti o Kamek. Ciò ci ha consentito di dare un ruolo nella storia a questi personaggi, ed è un'idea che si sposa molto bene al personaggio di Bowser Junior.

Nella sua avventura, Bowser Junior incontra i Bowserotti di Super Mario Bros. 3. Qual è la relazione tra di loro?

Akira Otani: Per quanto riguarda la serie di Mario & Luigi, è soprattutto in Mario & Luigi: Paper Jam Bros. che i Bowserotti sono stati maggiormente sotto i riflettori. La premessa narrativa è che non sono figli di Bowser, semplicemente lavorano per lui! È lo stesso nell'avventura di Bowser Junior, ma i Bowserotti devono prendersi cura di lui perché è il figlio del capo.

La serie di Mario & Luigi è nota per mettere i fratelli in situazioni strane, come all'interno di sogni, in viaggio nel tempo, o (nel caso di questo gioco) dentro il cattivo principale della serie. Dove vi piacerebbe vederli andare in futuro?

Maekawa: Nel primo gioco della serie si trovavano nel Regno di Fagiolandia, mentre nel secondo non sono andati in un posto realmente nuovo, ma ci piacerebbe preservare l'idea di dare ai giocatori quel senso di avventura, questo è quello che terremo a mente nel fare nuovi giochi. Se facessimo un nuovo gioco, ci piacerebbe preservare quell'aspetto.

Otani: Mario ha così tanti giochi diversi, ma una particolarità della serie di Mario & Luigi è che puntiamo a dare vita a un mondo tutto nostro. In altre parole, ci piacerebbe far fare a Mario le cose che non farebbe in altre serie. È così che scegliamo queste ambientazioni interessanti.

Mario & Luigi: Superstar Saga aveva dei cameo di altri personaggi Nintendo che sono stati tagliati dal gioco finale. Potete spiegarci il perché di questa scelta?

Maekawa: Non me lo ricordo davvero per niente!

Data l'opportunità, vi piacerebbe vedere un nuovo gioco della serie di Mario & Luigi su Switch?

Otani: Non ci sono piani a riguardo.

Il remake di Viaggio al centro di Bowser era già in cantiere durante lo sviluppo di Superstar Saga?

Sugimoto: Abbiamo iniziato lo sviluppo di questo remake soltanto dopo aver finito del tutto Superstar Saga + Scagnozzi di Bowser. Nello sviluppo di questo gioco abbiamo dato un'occhiata alle cose che avremmo voluto inserire in Scagnozzi in azione, ma che non abbiamo potuto realizzare.

Cosa si prova a fare ritorno a Viaggio al centro di Bowser dopo 10 anni?

Kobayashi: Tornando al gioco originale, c'erano alcuni momenti in cui ho pensato "wow, questa parte è davvero difficile". Quindi abbiamo approcciato il remake cercando di aggiustare quelle parti. Ma dato che questo è l'episodio più amato dai fan, abbiamo voluto preservare alcuni dei bei ricordi che i fan avevano del gioco. Non abbiamo voluto cambiare troppo, quindi. Questa è la sensazione che abbiamo avuto mentre lavoravamo al gioco.

Avete sentito più pressione vista la popolarità del gioco?

Kobayashi: No! (ride)

Da dove viene l'idea di far mangiare un Fungo Risucchio a Bowser?

Maekawa: Ci sono tanti tipi di funghi nell'universo di Mario, come il Fungo avvelenato. Nei giochi di Mario a scorrimento laterale sono un simbolo di crescita, e hanno proprietà magiche. Quindi, prendendo spunto da questo, abbiamo deciso di usare un fungo per dare magicamente a Bowser la capacità di risucchiare Mario e Luigi e renderli più piccoli.

Da dove viene l'idea di rendere i personaggi grassi?

Maekawa: Ai tempi del gioco originale, mentre cercavamo idee per il gameplay e per la storia, abbiamo provato a pensare a una dinamica interessante, e il tema della salute ci è piaciuto. In giapponese la Gravitombolite è chiamata "Metakoro". C'era anche l'idea di far diventare Bowser grasso dopo aver mangiato troppo, ma l'idea è stata applicata alla Gravitombolite. Il gameplay dev'essere dinamico. La storia riguarda il tema della salute.

Che aspetto avrebbe avuto un gioco in cui Bowser è grasso?

Maekawa: Per quanto riguarda l'idea di Bowser che diventa grasso, quel concetto è stato applicato alla Gravitombolite. Il concetto si può vedere anche in uno degli attacchi speciali di Mario e Luigi (NdR Storm: Dolcesto) nel quale Luigi diventa grasso. L'intero concetto proviene dall'atteggiamento delle persone nei confronti del cibo e della salute; è da lì che abbiamo preso ispirazione.

Otani: Nella serie di Mario & Luigi, ci tenevamo a realizzare qualcosa di diverso dalla serie originale di Mario. Questo significa che alcuni personaggi familiari possono pure diventare grandi e ciccioni, ma rimangono comunque carini e adorabili. Volevamo dimostrare che i personaggi possono cambiare forma in modi diversi rispetto alla serie originale.

Kobayashi: Il tema della salute si riflette in tante altre aree del gioco. Ci sono personaggi che assumono posizioni dello yoga, e ci sono Goomba grassi colpiti dalla Gravitombolite. C'è anche un personaggio che ha il raffreddore (NdR Storm: intende Ecciomp?).

Avete scartato altre idee?

Maekawa: Mi dispiace davvero dirlo, ma non ricordo proprio!

Otani: Proprio come in ogni gioco, siamo passati attraverso tante idee prima di giungere al risultato finale.

State lavorando al prossimo progetto, o non è ancora stato deciso?

Maekawa: Mi sono appena ricordato una cosa riguardo la domanda precedente! Mentre cercavamo idee per il gioco originale, abbiamo pensato all'argilla come tema. È una cosa che a un certo punto avevamo intenzione di fare. Il materiale grafico che include l'argilla si trova ancora nel nostro sito interno.

Otani: Per favore, non pensare che la sua risposta abbia a che fare con l'ultima domanda. Non stiamo lavorando a quello! (ride)

Maekawa: Posso rispondere solo alla prima delle due domande. Non avevamo intenzione di fare proprio l'intero mondo di gioco con l'argilla, sostanzialmente stavamo facendo dei modelli d'argilla e li stavamo usando per realizzare tutti i personaggi del gioco. A lavoro in corso però ci siamo resi conto che avrebbe richiesto troppo tempo.

Otani: Da allora sono usciti altri giochi che usano l'argilla in modo simile, dev'esserci un motivo se non siamo stati gli unici a pensarci.

Fonte: http://www.nintendolife.com/news/2019/0 ... ed_classic
Autore: Stormkyleis | Data: 18 gennaio 2019, 11:00
COMMENTI
  • Cita
  • Avatar utente
    Livello 27 - Peach
    Messaggi: 5095
    Sesso: Maschio
    5095

    Online
    Non hanno risposto se stanno lavorando già al prossimo progetto e hanno detto che non é in programma un nuovo Mario e Luigi per Switch, quindi per MeL 6 dovremmo aspettare un bel po' mi sa...
    Interessante l'intervista, peccato che l'idea dell'argilla non sia andata avanti.
    ImmagineImmagine
  • Cita
  • Avatar utente
    Amministratore
    Messaggi: 8902
    Sesso: Maschio
    Codice amico Nintendo Switch: SW-5819-9561-2202
    Twitter: stormkyleis
    8902
    SMF ha scritto:Non hanno risposto se stanno lavorando già al prossimo progetto e hanno detto che non é in programma un nuovo Mario e Luigi per Switch, quindi per MeL 6 dovremmo aspettare un bel po' mi sa...

    Penso che sia solo una pratica comune delle pubbliche relazioni: al momento non possono confermare o smentire l'eventuale sviluppo di un gioco, quindi evitano interamente di rispondere.
  • Cita
  • Avatar utente
    Livello 27 - Peach
    Messaggi: 5095
    Sesso: Maschio
    5095

    Online
    Stormkyleis ha scritto:Penso che sia solo una pratica comune delle pubbliche relazioni: al momento non possono confermare o smentire l'eventuale sviluppo di un gioco, quindi evitano interamente di rispondere.

    Ma non hanno evitato di rispondere, hanno detto che per ora non hanno nessun progetto o intenzione di programmare per Switch, e di certo il sesto capitolo non uscirà su 3Ds, e hanno detto che ancora non sanno che strada intraprendere per il futuro.
    Per me MeL6 lo vedremo fra 3/4 anni su Switch, secondo me perché hanno problemi coi modelli 3D.
    ImmagineImmagine
    Accedi o registrati per rispondere!

     


    ANNUNCI
    Licenza Creative Commons
    © 2006-2019 Mario's Castle • Cancella cookiePrivacy policy • Powered by phpBB & MediaWiki