A Hat in Time | PC, niente Wii U | 2017

  • Cita
  • Avatar utente
    Moderatore
    Messaggi: 7299
    7299
    Il 7 marzo esce la beta: http://hatintime.com/beta-build-release-information/
  • Cita
  • Avatar utente
    Amministratore
    Messaggi: 5952
    Codice amico Nintendo Switch: SW-2068-0538-9502
    Sesso: Maschio
    5952
    Spero usciranno presto video di gameplay da parte di utenti su Youtube, troppo scazzo a giocarmi la beta XD
    Immagine
  • Cita
  • Avatar utente
    Moderatore
    Messaggi: 7299
    7299
    Ieri è uscito un nuovo trailer ed è fenomenale.



    I dev continuano a sostenere che il gioco è in arrivo nel 2017. Usciranno un sacco di platform 3D nei prossimi mesi, questo sarà l'anno della rinascita del genere. Hype.
  • Cita
  • Avatar utente
    Livello 14 - Rocky Wrench
    Messaggi: 753
    Sesso: Maschio
    Località: Parma
    753
    Veramente eccitato per questa rinascita del genere, magari come una gen 5 2.0?
    Immagine
    SPOILER (Now playing) | Mostra
    (In nessun ordine specifico, la maggior parte sono titoli iniziati ma non ancora finiti per la prima volta)
    Skyrim - PC (f**k everything let me be the hero this land dreams about)
    Paladins - PC (regalatemi un PC nuovo e Overwatch pls)
    Star Fox Zero - Wii U
    The Legend of Zelda The Minish Cap - GBA
    Pokémon Oro - GBC
    Banjo Kazooie - N64
    Super Mario World - SNES
    DK2: Diddy's Kong Quest - SNES
    Yoshi's Wolly World - Wii U
    Yoshi's New Island - 3DS
    Super Mario RPG - Wii U VC
    Metroid Prime - GCN
    Star Fox Adventures - GCN
    The Legend of Zelda: Majora's Mask 3D - 3DS
    Luigi's Mansion 2 - 3DS
    Donkey Kong 64 - N64

    - Aggiornato il 31/1


    SANS!
    STOP PLAGUING MY LIFE WITH INCIDENTAL MUSIC!!!
    SPOILER (My consoles) | Mostra
    (Speriamo anche Switch se Nintendo non fa c*****e come con Wii U)
    Wii U
    Wii
    Nintendo GameCube
    Nintendo 64
    Super Nintendo
    Sega Mega Drive
    Playstation 4 (di mio cugino ma shh)
    Playstation 3 (stessa cosa di prima)
    Playstation 2
    New Nintendo 3DS
    Game Boy Advance SP
    Game Boy Color
    Playstation Portable
  • Cita
  • Avatar utente
    Livello 26 - Daisy
    Messaggi: 4613
    Codice amico Nintendo Switch: SW-7594-0014-1043
    Sesso: Femmina
    4613
    Sto facendo necroposting? Sì, e lo faccio pure senza vergogna.

    A quanto pare, tra i tanti che hanno più o meno seguito il progetto, è andato a finire che io sono stata una delle poche che se l'è giocato, o che perlomeno ha voglia di parlarne.
    A Hat in Time è un platform 3D che dopo anni di sviluppo travagliato è uscito ad ottobre 2017... una manciata di settimane prima di quel colosso di Super Mario Odyssey. Questo, il fatto che un sacco di roba su cui il team ha spinto nella pubblicità durante lo sviluppo è stata scartata, e un generale scoraggiamento da parte del pubblico dopo il mezzo fiasco di Yooka Laylee per il revamp dei collect-a-thon lo hanno un po' oscurato, ma il gioco vale la candela.
    Immagine
    La macrotrama è essenziale, come vuole la tradizione: Hat Kid sta viaggiando con la sua astronave per i fatti suoi, passando sopra un pianeta come un altro. All'improvviso un membro della Mafia (dei Cuochi) arriva e le chiede il pizzo. Dalla discussione che segue si apre la cassaforte dei Frammenti Temporali, propellente dell'astronave, e tutte le clessidre magiche cadono nell'atmosfera del pianeta, costringendo Hat Kid a recuperarle per ripartire e tornare a casa in sicurezza.
    L'esplorazione del pianeta è divisa in vari mondi (chiamati capitoli), in un modus operandi che oscilla tra Super Mario 64, Super Mario Sunshine e Super Mario Galaxy: alcune missioni (dette atti) fanno esplorare lo stesso scenario più volte, cambiando praticamente soltanto l'obiettivo della missione (Super Mario Sunshine); altre missioni hanno una struttura molto più lineare, con solo ambientazione e poco altro in comune tra loro (Super Mario Galaxy); e infine ci sono capitoli che non hanno nemmeno una divisione in atti, ma sono grandi mondi aperti esplorabili in libertà (Super Mario 64).

    Molto spesso il gioco è stato paragonato a grandi classici dei platform 3D dell'era N64, PS1 e GCN, come i già citati Mario, ma anche Banjo Kazooie e Spyro. In realtà, per certi versi, A Hat in Time ricorda molto più un piccolo cult: Psychonauts.
    Come Raz in Psychonauts, così Hat Kid incontra una miriade di situazioni e personaggi differenti, ed è qui che vediamo il carisma della sceneggiatura in azione: ogni capitolo ha una sottotrama diversa e unica, che influisce direttamente anche sull'esplorazione e sul gameplay, giustificando i vari modus operandi. E in queste storie a brillare sono i vari personaggi che andremo a conoscere, (quasi) tutti memorabili, carismatici e ben interpretati dai vari doppiatori, che ne aumentano a dismisura l'espressività limitata dal comparto grafico non sempre ottimo. Così come in Psychonauts ogni mente e ogni sua turpe giustificano il level design delle varie parti, anche qua è la storia a dettare legge sul gameplay in un ottimo connubio, creando una varietà incredibile di situazioni per un gioco che, nella versione base, non arriva alle 20 ore. Questa varietà fa anche perdonare il sistema di power-up che non sempre brilla, con alcuni poteri molto ben implementati e altri che invece hanno un utilizzo minimo e contestuale a determinate situazioni.

    Il comparto grafico, come accennato sopra, non è il massimo, complice l'utilizzo di un motore grafico ormai vetusto (Unreal Engine 3) e meno versatile del suo successore, motivo per il quale c'è voluto un po' prima che il gioco uscisse su Switch, oltre che sulle altre principali piattaforme. Questo però è compensato da uno stile grafico che strizza fortissimo l'occhio a Wind Waker, senza però risultare un copi-incolla privo di originalità: ogni ambientazione è unica, interessante e distinta, così come i vari personaggi, i cui livelli di dettaglio vanno dal minimalismo del Ghermidore (che non è affatto una citazione a Paper Mario: il Portale Millenario) all'incredibilmente dettagliato Capitan Tricheco.
    SPOILER | Mostra
    Immagine
    Il comparto tecnico però, a mio parere, brilla soprattutto nel sonoro: come già detto sopra, il doppiaggio è ottimo, considerando che è un prodotto indie, la colonna sonora estremamente imponente e dinamica. La colonna sonora ufficiale del gioco conta CINQUE ore di brani, considerando le variazioni sul tema. Pascal Micheal Stiefel, il compositore, rifacendosi alla tradizione dei platform 3D, ha infatti fatto grande uso dei leitmotiv e del dinamismo dei brani, creando delle varianti che si sostituiscono alla versione base a seconda di vari fattori, quali cambio di ambiente, cambio di mezzo di locomozione, attacco da parte di un nemico, fase in una battaglia contro il boss, e chi più ne ha più ne metta. Inoltre, tra i collezionabili con funzione esclusivamente estetica che è possibile ottenere, vi sono dei remix di alcuni brani prodotti da guest star; infine il tema dell'hub è stato composto da Grant Kirkhope, riconoscibilissimo nel suo stile e nella capacità di arrangiare una stessa melodia in un sacco di modi diversi.
    SPOILER | Mostra

    Uno dei miei brani preferiti: si sente in un momento piuttosto frenetico del gioco, e funziona benissimo nel contesto e come brano musicale a sé, è un pezzo swing molto energico con quella nota di musica elettronica che lo personalizza.

    O sennò c'è la versione electro swing :believe:

    Il brano dell'hub del gioco, dove lo stile di Kirkhope si riconosce molto facilmente. L'arrangiamento varia in base alla stanza dove si trova Hat Kid e in base a quale capitolo e/o missione si sta selezionando.

    Il brano di una boss battle. In genere il sound del gioco si mantiene su generi meno "prepotenti", ma coi boss enfatizza l'azione andando spesso di sonorità synth, rock, metal e orchestrali.

    Al contrario, per delle sezioni in cui si spinge estremamente sul platforming nudo e crudo, viene usato un brano molto tranquillo e rilassante, dalle sonorità lievi e ovattate.
    Oltre al gioco base, ci sono due DLC, che introducono due nuovi capitoli nella "trama principale" (tra i due Nyakuza Metro è quello riuscito decisamente meglio), una modalità co-op in locale, dei nuovi collezionabili, e una modalità chiamata Istinto Suicida dove vengono riproposti vecchi livelli con delle varianti per far diventare il gioco da un platform relativamente facile a qualcosa di molto più vicino alla difficoltà dei vecchi platform 3D.

    Tldr: è bello giocateci
    Immagine
    Immagine
    That is not dead which can eternal lie, and with strange aeons, even death may die.

    Accedi o registrati per rispondere!