Super Mario Bros. – Nuovo TAS col minor numero di pressioni del pulsante A

Commenta
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Telegram

Non c'è tregua per Super Mario Bros.: tra questo video e i recenti record mondiali, stanno devastando questo gioco. L'ultima novità è un TAS che finisce Super Mario Bros. col minor numero di pressioni del pulsante A.

Partiamo, come al solito, spiegando le basi. Un "TAS" o "Tool Assisted Speedrun" è uno speedrun che non viene eseguito in tempo reale, bensì viene preparato con l'uso di strumenti come l'avanzamento frame dopo frame e la registrazione degli input per riprodurli in seguito. Anche se il TAS dura pochi minuti, la sua creazione può durare molto tempo, in questo caso persino diversi anni. Ricordate che il TAS non viene generato automaticamente, bensì è il risultato di una o più persone che scelgono meticolosamente quali input eseguire ed esattamente in quali frame. Inoltre il TAS è tecnicamente possibile su console: viene preparato al computer, sì, ma il risultato è una serie di input che può essere riprodotta sull'hardware reale senza modificare il codice del gioco. È il caso di Kosmic, che ha dimostrato questo TAS sulla sua console, ma potete vederlo per esempio anche durante i GamesDoneQuick, dove ormai è una tradizione mostrare dei TAS fantastici che sono il risultato di una lunga preparazione.

Ora veniamo al dunque. Questo TAS di Super Mario Bros. è stato creato da HappyLee, Kosmic, Kriller37, DaSmileKat e Periwinkle. L'obiettivo primario, come dicevo, non è quello di finire il gioco nel minor tempo possibile, bensì finirlo col minor numero possibile di pressioni del pulsante A. Il pulsante A, ovviamente, è quello del salto.

Quindi com'è possibile?

Abbiamo già visto molti TAS simili in Super Mario 64, e i concetti di fondo sono simili: per esempio, è possibile allineare certi nemici in posizioni molto specifiche e rimbalzare su di essi per superare un burrone o raggiungere la bandierina senza usare il pulsante A. Oppure è possibile tenere premuto il pulsante A e rilasciarlo al momento giusto diversi secondi più tardi: questo è un "buffer" e permette di ottenere due piccioni con una fava (o eseguire più movimenti con una sola pressione).

Entrano in gioco anche molte tecniche specifiche di Super Mario Bros. come la possibilità di effettuare dei "salti a parete" toccando dei pixel ben precisi con la giusta velocità, o la possibilità di calpestare dei nemici che si trovano in basso nello schermo camminando sopra lo schermo. Il momento più impressionante della run a mio avviso arriva nel livello 8-4, una stanza in cui è possibile raggiungere un tubo senza mai premere il pulsante A sfruttando solamente la posizione dei Pesci Smack. Chiaramente Super Mario Bros. è ben diverso da Super Mario 64: questo è un gioco lineare a scorrimento orizzontale e quindi sono comunque necessarie decine di pressioni del pulsante A, ma ciò che questo team è riuscito a fare per ridurle al minimo è assolutamente impressionante. Il totale, ad oggi, è pari a 62 pressioni.

Il TAS è stato mostrato per la prima volta sul canale Twitch di Kosmic. Insieme a lui hanno commentato Kriller37 (uno degli autori), 1ted59 (che solitamente si occupa di TAS di Super Mario 64) e Niftski (il nuovo detentore del record mondiale di Super Mario Bros.). Buona visione!

Parla con i fan italiani di Mario

Entra nella chat Discord

Chi è l'autore?

Avatar di Stormkyleis Biografia: Cresciuto a pane e Mario, gestisco il Mario's Castle dal 2006. Mi occupo del layout del sito, mi piace scrivere analisi (il 90% delle quali parla di Super Mario 64) e cerco di scrivere notizie con tanta cura. Fuori da qui sono anche appassionato di calcio, tennis e MotoGP. Tiro avanti bevendo Ghignuccini e Sorrispressi.
Giochi preferiti: Super Mario 64, Mario & Luigi: Superstar Saga, Banjo-Kazooie, Castlevania: Symphony of the Night, The Legend of Zelda: The Wind Waker, The Legend of Zelda: Breath of the Wild, Pokémon Versione Argento SoulSilver, Metroid Prime, Mother 3, Phoenix Wright: Ace Attorney - Trials and Tribulations.
Contatti: Email Twitter
Notizia

Lascia un commento