Donkey Kong 64

Da Super Mario Wiki, l'enciclopedia indipendente italiana.
Donkey Kong 64
DK64-Copertina-Pal.jpg
Sviluppatore: Rareware
Pubblicazione: Nintendo
Genere: Gioco di piattaforme
Console: Nintendo 64, Virtual Console (Wii U)
Modalità: Giocatore singolo
Valutazione:
PEGI7new.svg - Da sette anni in poi
ESRBE.png - Everyone (Chiunque)
CEROA.png - Per tutte le età
Dispositivo:
Nintendo 64:
Media N64 icon.png Cartuccia
Wii U:
Media DL icon.png Download digitale
Controller:
Nintendo 64:
Wii U:
Data di pubblicazione: Nintendo 64:
Usa 22 novembre 1999
Eur 6 dicembre 1999
Aus 6 dicembre 1999
Jap 10 dicembre 1999
Virtual Console (Wii U):
Eur 2 aprile 2015
Jap 2 aprile 2015
Aus 2 aprile 2015
Usa 16 aprile 2015
[ Topic di discussione]
Box!64.png Questo articolo è un abbozzo, puoi aggiungere informazioni?
Donkey Kong 64 è un videogioco di piattaforme sviluppato dalla Rare e pubblicato per il Nintendo 64 nel 1999. È il seguito della trilogia originale di Donkey Kong Country per il Super Nintendo, che si svolge dopo gli eventi di Donkey Kong Country 3: Dixie Kong's Double Trouble!. Il gioco necessità l'uso dell'Expansion Pak per funzionare ed è stato il primo gioco per il Nintendo 64 a farlo. Nel gioco, Donkey Kong e i suoi amici partono per una missione per fermare il malvagio King K. Rool dal distruggere l'Isola Kong, con una potente macchina chiamata Bombomatico, che si trova in una versione meccanica dell'Isola Krodilla. Questo è l'unico gioco di piattaforme 3D della serie di Donkey Kong. Il gioco è stato inizialmente soprannominato Ultra Donkey Kong dalla stampa (anche se Leigh Loveday ha negato che il gioco sia mai stato nominato internamente) e si diceva che fosse per il Nintendo 64DD.

Storia[modifica]

Immerso nelle profondità oscure della sua ultima creazione, un furioso King K. Rool sedeva imperioso sul suo trono, guardando in basso i generali tremanti del suo vasto esercito di Kremling.

"Beh? Sto ancora aspettando una risposta..."

Il suo piano non poteva fallire questa volta, o per lo meno questo era quello che aveva pensato lui. Ma come già tante altre volte, aveva sottovalutato quanto potessero essere inutili i suoi viscidi tirapiedi. Gli ci erano voluti anni per costruirla, eppure adesso la sua potente roccaforte sull'isola giaceva immobile al largo del suo unico obiettivo: Kong Isle, l'Isola Kong. Ma forse non tutto era perduto...

"Caricate il Bombomatico. Obiettivo l'Isola Kong. Pronti al Fuoco!"

Ma invece di un'assordante esplosione, si produsse solo un patetico pigolio. Puff!

"Sono m-molto dispiaciuto, Sua M-Maestà, ma tempo che il Bombomatico non f-funzioni ancora..."

K. Rool si voltò verso il tecnico che gli comunicava la cattiva notizia. Poi il re si mise a piangere.

"Non è giusto" singhiozzò. "Credevo veramente che questa volta avrei vinto."

Klump si fece avanti e mise un braccio consolatorio attorno alle spalle del suo Capo affranto.

"Non si abbatta, Eccellenza. Ce la faremo a catturare quegli odiosi Kong. Poi Ruberemo le loro Banane d'Oro, come al solito, così se ci scapperà qualche Kong, saranno troppo occupati a cercarle e non verranno a rovinare i Suoi magnifici piani."

Mentre King K. Rool guardava i suoi generali congedarsi, si asciugò le lacrime di coccodrillo e scoppiò a ridere. La sua piccola messa in scena aveva funzionato e presto di quei Kong non rimarrà che una leggenda. Poi guardò in basso verso il tecnico stupefatto.

"Beh, cosa aspetti? Fa funzionare quel Bombomatico. Ho un'isola da distruggere!"

Voci correlate[modifica]