Elementi beta di Super Mario Galaxy

Da Super Mario Wiki, l'enciclopedia di Mario.
Questa voce è incompleta. Ecco cosa manca: Modelli di personaggi, nemici, oggetti e pianeti tagliati dalla versione finale. Qualche immagine dei "Toad Cosmici".
Il primo logo del gioco.

Questa è una lista riguardante tutti i contenuti pre-rilascio e inutilizzati di Super Mario Galaxy.

Sviluppo e idee iniziali[modifica | modifica wikitesto]

Durante un "Iwata Chiede", il team sviluppo ha raccontato che l'idea iniziale per Super Mario Galaxy è iniziata a partire dalla demo di Mario 128. Nel gioco i diversi modelli di Mario si trovano su una piattaforma a forma di disco, l'idea degli sviluppatori era quella di trasformarla in una sfera. Per realizzare una piattaforma sferica, erano necessarie conoscenze tecniche molto avanzate, ma Shigeru Miyamoto era convinto di poter realizzare qualcosa di simile.

Il modo più semplice per creare una piattaforma sferica era quella di associarla ad un pianeta. Ed è proprio da questa idea che è iniziato lo sviluppo del gioco.

Per quanto riguarda la modalità cooperativa, gli sviluppatori volevano che i due giocatori avessero ruoli simili. Ma data la difficoltà nel suddividere i due ruoli, Miyamoto ha consigliato agli sviluppatori di trasformare la modalità cooperativo in un aiuto per i giocatori meno esperti.[1] Inizialmente inoltre, il giocatore aveva a disposizione la possibilità di bloccare nemici e oggetti nella modalità un giocatore grazie al puntatore, ma successivamente questa possibilità è stata riservata al secondo giocatore, per mantenere un certo equilibrio.

Una serie di idee preparatorie per Super Mario Galaxy. In questa foto è possibile osservare dei disegni di Yoshi e di un pianeta a forma di testa di Mario, inseriti solamente nel gioco successivo.

Anche alcune trasformazioni hanno subito un cambiamento durate lo sviluppo del gioco, non solo nel design, ma anche nelle abilità. Per esempio Mario Ape si può ottenere nel gioco finale grazie ad uno strumento: il Fungo Ape. Inizialmente però, Mario Ape aveva una design completamente differente, non piaceva a nessuno e si trasformava attraverso un maleficio, contro la sua volontà. Anche le sue azioni erano limitate.[2] L'intento degli sviluppatori era quello di far si che il giocatore desiderasse di tornare alla normalità il più in fretta possibile.

In un secondo Iwata Ask, successivamente alla pubblicazione di Super Mario Galaxy 2, gli sviluppatori hanno rivelato che alcuni elementi di questo gioco erano stati originariamente pensati per il primo Super Mario Galaxy, tra cui Yoshi[3] e l'Astronave Mario.[4]

Concept art[modifica | modifica wikitesto]

Nell'edizione da collezione della Guida PRIMA ufficiale di Super Mario Galaxy, sono presenti dei concept art realizzati nella prime fasi di sviluppo del gioco. Tra questi, alcuni sono dedicati alle trasformazioni di Mario, come per esempio Mario Spettro e Mario Ape che, nella loro versioni finale sono molto differenti da come erano stati pensati all'inizio. Tramite queste immagini è possibile risalire anche ad alcune differenze presenti all'interno delle galassie, ma anche cambiamenti nel design di personaggi e nemici del gioco. Sono presenti anche disegni di pianeti che, inizialmente, gli sviluppatori avevano pensato di inserire nel gioco, ma che successivamente sono stati scartati, oppure sono stati spostati in altre galassie. Anche se è ancora possibile trovare il modello 3D di alcuni di questi pianeti all'interno del codice del gioco.

Immagini Note
SMGCA1.png
Una concept art della Galassia Passo Falso. Nel disegno sono presenti alcune aree, ma anche pianeti inutilizzati. In alto a sinistra è presente un pianeta a forma di UFO; sopra di esso vi sono due Robopunta Molla. In basso a sinistra invece è presente il pianeta in cui si combatte il Roboboss a che, nel gioco finale, è stato spostato nella Galassia Megaroccia e nella Galassia Razzo Flotta.
SMGCA2.png
Una concept art del Laser Sentinella di colore verde.
SMGCA3.png
Una concept art del Brigante Marino. Originariamente era stato pensato come un delfino e non come un'orca, inoltre, doveva essere una creatura amichevole.
SMGCA4.png
Una prima rappresentazione della Galassia Piattaforma. Mario si trova su un pianeta che, per la stilizzazione dei coralli sul fondale, ricorda il pianeta iniziale della Galassia Spiaggia Stellata di Super Mario Galaxy 2. Nella versione finale questo pianeta non è presente.
SMGCA5.png
Un pianeta inutilizzato nella versione finale. Nella parte superiore è presente un castello completamente illuminato, mentre nell'estremità inferiore è possibile notare la presenza di una città immersa nell'oscurità. Questo contrasto è sottolineato anche dal cielo; azzurro nell'estremità superiore, nero e con numerose stelle rosse nell'estremità inferiore.
Ufo Fungo.png
Una concept art dell'UFO Fungo e della Truppa Toad
SMGCA7.png
Immagine di una fortezza non presente nella versione finale del gioco. Nell'immagine di sinistra, sullo sfondo, è presente un pianeta con dell'acqua e con delle palme, mentre sullo sfondo nell'immagine di destra sono presenti una luna e il pianeta astronave che, nella versione finale, si trova nella Galassia Polvere di Stelle. In entrambe le immagini, nell'estremità inferiore, è visibile un boss che ricorda il Tripodobot.
SMGCA8.png
Una concept art di Dino Piranha. La freccia indica il suo punto debole.
SMGCA9.png
Una concept art dell'Istruttore di Nuoto. Utilizza un fischietto da arbitro, rimosso nella versione finale del gioco.
Princess Rosalina concept.png
Un primo concept art di Rosalinda. Il suo aspetto è completamente differente dalla versione finale. Inizialmente doveva chiamarsi Rosetta e aveva un legame parentale con la Principessa Peach.
Rosalinda Final Concept Art.png
Il concept art finale di Rosalinda.
SMGCA11.png
Una concept art della Galassia Circuito Oceanico. Il pianeta presente al centro, è il pianeta iniziale della Galassia Atollo nella versione completa del gioco.
SMGCA12.png
Una concept art della nave spettrale presente all'interno della Galassia Grotta Sotterranea.
SMGCA13.png
Delle immagini in cui viene mostrato un Polipotto con diverse espressioni facciali. Nella versione finale è presente unicamente il secondo Polipotto in alto, a partire da sinistra.
SMGCA14.png
Una serie di schizzi in cui Mario compie diverse azioni. Nella maggior parte dei disegni Mario sta eseguendo una Piroetta. In basso a destra invece sono presenti due disegni di Mario in volo; riconoscibili dalle linee grigie dato che tutti gli altri sono colorati. Infine, nell'angolo in basso a destra, è presente un disegno a linee rosse in cui sembra che Mario stia guidando una sorta di stella. La posa è la stessa che assume quando tiene un guscio sott'acqua.
SMGCA15.jpg
Una concept art di Mario Spettro.
SMGCA16.jpg
Una concept art di Mario Ape e delle Dolciapi. In uno dei disegni in alto a sinistra, sembra che Mario stia indossando una tuta da astronauta.
SMGCA17.jpg
Un secondo concept art di Mario Ape.
SMGCA18.jpg
Una concept art della Dolceape Regina.
SMGCA19.jpg
Una concept art di un Jack O'Goomba.
SMGCA20.jpg
Una concept art della Camera da Letto.
SMGCA21.jpg
Una concept art di un Aeronave.
SMGCA22.jpg
Una concept art di un Pinguotto. Rispetto alla versione finale, il suo design originale è molto più simile a quello di Super Mario 64.
SMGCA23.jpg
Una concept art di Tarantorex.
SMGCA24.jpg
Un altro concept art di Tarantorex.
SMGCA25.jpg
Un altro concept art della Truppa Toad e dell'UFO Fungo.
SMGCA26.jpg
Una concept art di Mario e un di Astroniglio nel Giardino Cubico della Galassia Giardin Ventoso.
SMGCA27.jpg
Una concept art di Mario in una galassia sconosciuta, assente nella versione finale del gioco.
SMGCA28.jpg
Tre immagini di Mario sott'acqua.
SMGCA29.jpg
Una concept art di Mario su una spiaggia mentre osserva il tramonto.
SMGCA30.png
Un disegno firmato da Shigeru Miyamoto. Lo Sfavillotto vicino a Mario regge una bacchetta. Nella versione finale del gioco gli Sfavillotti non hanno nulla in mano.

Primi prototipi[modifica | modifica wikitesto]

  • Il nome originale di Rosalinda doveva essere "Rosetta", traslitterazione del nome giapponese, in onore di un'orbita con lo stesso nome stesso nome.
  • Inizialmente la battaglia con Bowser doveva avvenire su un pianeta ricoperto completamente di magma.
  • Il Marghibruco della Galassia Sabbie Mobili era verde invece che rosso.
  • Era possibile accedere alla Galassie Sfida prima del previsto.

E3 2006 (10-12 Maggio)[modifica | modifica wikitesto]

Durante l'E3 2006 è stata presentata una demo giocabile di Super Mario Galaxy. I giocatori avevano a disposizione dieci minuti per trovare una Superstella. Come è possibile notare da questa demo, il gioco presentava una serie di caratteristiche che sono state poi cambiate o eliminate del tutto.

  • Nella versione finale del gioco, Mario può eseguire una piroetta solo quando lo Sfavillotto Babylume rientra nel suo cappello, mentre nella beta, Mario poteva eseguire una serie di piroette una dopo l'altra, senza interruzioni. Fu Miyamoto ad imporre agli sviluppatori un limite, per permettere al giocatore di abituarsi ad utilizzare il Wii Remote[5].
  • In questa versione, il puntatore aveva ancora le stesse proprietà che sono state poi riservate al secondo giocatore nella versione definitiva del gioco.
  • L'Energimetro di Mario era suddiviso in otto tacche, come in Super Mario 64 e in Super Mario Sunshine. Il colore delle sezioni sanitarie dipendevano dal numero di spicchi rimanenti dopo aver subito un danno: ciano con 7 o 8 spicchi, verde dai 6 ai 5 spicchi , giallo dai quattro ai tre spicchi e rosso con due o con un solo spicchio. Nella versione finale gli spicchi sono passati da otto a tre, mentre il mero dei Funghi 1-Up è stato aumentato. Lo scopo degli sviluppatori era far sì che il giocatore potesse perdere una vita più facilmente, così da aumentare il valore dei Funghi 1-Up.[6].
Betacoinattract-SMG.jpg
Contatore-Astroschegge-Beta.png
  • Nell'HUD era visibile un contatore delle Astroschegge raccolte. Era possibile raccogliere fino ad un massimo di cento Astroschegge, ma nessuno dei giocatori presenti all'evento ci è mai riuscito. Per questo motivo nessuno sa cosa si poteva ottenere raccogliendole tutte. Anche il metodo di raccolta è stato completamente cambiato, poiché all'inizio gli sviluppatori non avevano pensato di permettere al giocatore di spararle; mentre nella versione finale basta passarci sopra, oppure utilizzare il puntatore, durante la demo Mario poteva prenderle a calci e, per raccogliere, era necessario premere il pulsante Pulsante B.
Contatore-Note-Beta.png
  • Nonostante le Note Musicali siano state mantenute anche nella versione finale, al contrario di quanto accade nella demo, se Mario ne raccoglie una, nell'HUD non compare un indicatore.
  • Nella demo quando il giocatore utilizzava una Stella Manina doveva continuare a mantenere il puntatore su di essa per evitare di cadere. Nella versione finale, anche se il giocatore allontana il puntatore, Mario non cade immediatamente ma solo dopo un po' o se il giocatore preme il Pulsante A.
  • Quando Mario utilizzava una Lava Elastica compariva una freccia blu che ne indicva la direzione di lancio, allontanando il cursore dallo schermo la freccia diventava rossa. Nella versione finale questa freccia è stata rimossa.
  • Il Cursore Stella era di colore giallo invece che blu ed aveva una coda più lunga. Se il giocatore smetteva di utilizzare il puntatore il cursore diventava di colore rosso.
  • Dopo aver raccolto un moneta il Wii Remote emetteva un suono.
  • I Goomba non rotolavano a testa in giù dopo essere stati colpiti da una piroetta.
Cosmic-Toad-Beta.jpg
  • Nella demo non erano presenti gli Sfavillotti, ma dei Toad con delle stelle sulla cappella, invece che i classici pois. Questi Toad dovevano vivere dentro delle case apposite, sparse nelle varie galassie. Essi insegnavano al giocatore come raccogliere le Astroschegge o ad utilizzare le Stelle Lancio. Anche gli Astronigli potevano trasformarsi in queste creature.
  • Nella versione finale, il giocatore deve premere un tasto per parlare con i personaggi del gioco. Nella beta, se un personaggio doveva dire a Mario qualcosa di importate appariva sulla sua testa un punto esclamativo. Quando Mario si avvicinava ad esso, si apriva automaticamente una nuvoletta sulla sua testa. In questo modo l'azione di gioco non veniva interrotta.
  • Lo Slurpino era di colore viola, non azzurro.
  • I testi "You Got a Star!" e "Too Bad!" erano di colore bianco, mentre nella versione finale sono diventati rispettivamente verde e rosso.
Mario-Vite-SMGBeta.png
  • Il contatore di vite di Mario presente nell'HUD era differente. Il font era lo stesso di Super Mario Sunshine, mentre sopra l'icona della testa di Mario era presente la scritta "MARIO" in rosso. Nella versione finale il font è stato leggermente modificato, infatti la scritta "MARIO" è stata completamente rimossa. Oltre a questo, anche la posizione dei vari contatori sull'HUD è stata spostata. Quello dello vite, prima in basso a destra, è stato spostato in basso a sinistra, scambiandosi quindi di posto con il contatore delle Astroschegge, il cui limite massimo è passato poi da 100 a 999. Il contatore delle monete, da in alto a sinistra, è stato spostato in basso a destra, sopra quello delle Astroschegge.
  • La scritta che appariva dopo aver raccolto una vita era semplicemente "1up!"
  • Poiché il gioco era ancora incompleto, sono stati utilizzati inizialmente degli effetti sonori di altri giochi:
    • Il jingle di quando Mario raccoglieva una Superstella era un remix del tema che si sente in Super Mario Bros. dopo aver completato un livello.
    • Le clip vocali di Mario erano le stesse di Super Mario Sunshine.
    • L'effetto sonoro che si sente dopo aver raccolto un Fungo 1-Up era differente.
    • L'effetto sonoro che si sente dopo aver raccolto un'Astroscheggia era differente.
  • I nomi di alcuni oggetti sono stati cambiati (NOTA: Essendo la demo in inglese, i nomi sotto elencati fanno riferimento unicamente alla versione del gioco nella suddetta lingua):
    • Le "Star Bits" (Astroschegge) si chiamavano "Star Shards".
    • Le "Launch/Sling Stars" (Stelle Lancio) si chiamavano semplicemente "Stelle".
    • Le Sling Pods (Larve Elastiche) si chiamavano "Wobble Launchers".

Star World[modifica | modifica wikitesto]

L'"HomePlanet" il pianeta esclusivo della beta di Super Mario Galaxy. Nell'immagine in basso è presente un "Cosmic Toad".
L'"HomePlanet" il pianeta esclusivo della beta di Super Mario Galaxy. Nell'immagine in basso è presente un "Cosmic Toad".
L'"HomePlanet" il pianeta esclusivo della beta di Super Mario Galaxy. Nell'immagine in basso è presente un "Cosmic Toad".

Lo Star World era una galassia dimostrativa creata apposta per l'E3 2006 e composta da vari pianeti che, nel gioco finale, sono stati modificati e spostati in galassie differenti. L'unica eccezione è il cosiddetto "HomePlanet" che non è presente nella versione definitiva del gioco. Lo Star World è completamente differente da qualsiasi galassia presente in Super Mario Galaxy. In questa demo era presente un percorso "ramificato"; il giocatore poteva scegliere su quali pianeti dirigersi, ottenendo così una Superstella differente a seconda del percorso scelto. Nel gioco finale, invece, il concetto di free roaming è stato abbandonato a favore di un'esplorazione lineare. Lo Star World era noto anche per la numerosa presenza di asteroidi su cui Mario poteva camminare. Mentre nel gioco finale gli asteroidi vengono utilizzati solamente due volte come delle lune all'interno delle galassie, ma non sono raggiungibili in alcun modo.

Questa galassia era abitata dai "Cosmic Toad", poi sostituiti dagli Sfavillotti, e dagli Astronigli, il cui design finale è cambiato rispetto a quello della beta. Nello Star World erano presenti tre boss del gioco finale; Re Kaliente, Tarantorex e il Tripodobot (allora chiamato "Snifit Bot"). Quest'ultimo era molto diverso da quello attuale; non era comandato da Bowser Junior e non conteneva una Megastella. C'erano molte altre piccole differenze grafiche, e alla fine liberava una normale Superstella. Anche Tarantorex e Re Kaliente erano diversi, ma non così tanto. Nessuno dei tre boss rilasciava Astroschegge se colpiti, poiché c'erano solo 100 Astroschegge in ogni galassia.

Il design di alcuni pianeti è stato leggermente modificato, oppure è stata cambiato del tutto. Ne è un esempio il pianeta antecedente a quello in cui si affronta lo "Snifit Bot". Nella versione finale questo pianeta si trova nella galassia Robo-Impianto di Bowser Junior ed ha un design completamente metallico, simile a quello del pianeta successivo. Nella beta invece, questo pianeta faceva parte dello Star World ed aveva un design molto più erboso.[7] La sequenza di pianeti che porta a Tarantorex, nella beta, aveva un design molto più tenebroso.

Il pianeta iniziale della Galassia Uovo nella demo dell'E3 2006 (sinistra) e nella versione finale del gioco (destra).
Il pianeta iniziale della Galassia Uovo nella demo dell'E3 2006 (sinistra) e nella versione finale del gioco (destra).
Il pianeta iniziale della Galassia Uovo nella demo dell'E3 2006 (sinistra) e nella versione finale del gioco (destra).

Tra i pianeti che hanno subito dei cambiamenti, ci sono anche quelli che nella versione finale fanno parte della Galassia Uovo. Per esempio il pianeta iniziale ha subito diverse modifiche, sia a livello grafico, sia per quanto riguarda i suoi abitanti. Nella demo la casa era completamente differente e sul pianeta erano presenti due Astronigli e due Cosmic Toad. Nella versione finale, ci sono solamente due Polipoomba, la casa è diventata più piccola e sopra di essa è stato posizionato un Tubo arancione. Inoltre è presente anche un Tubo verde che collega i due lati del pianeta, assenta nella beta. Anche gli altri pianeti di questa galassia hanno subito dei lievi cambiamenti di design. Per esempio sul pianeta con un massi non era presente il fango, aggiunto solamente nella versione finale del gioco.

Elementi beta al GDC 2007[modifica | modifica wikitesto]

Durante la GDC 2017, pur non essendo presente nessuna demo giocabile di Super Mario Galaxy, fu rilasciato un trailer che mostrava una versione più completa del gioco.

  • Si usava una Stella Manina per arrivare sulla casa nella Galassia Uovo. Il Tubo Arancione era assente e la Stella Lancio portava al pianeta a forma di uovo, piuttosto che su uno dei pianeti tropicali. Il Pianeta delle Rocce era di colore blu, su di esso erano presenti dei cristalli e il fango che rallenta Mario era completamente assente. Mentre nel Pianeta a forma di pillola, la Stella Lancio si trovava leggermente più in basso.
Il design originale del vulcano della Galassia Passo Falso.
Il design originale del Roboboss

Erano presenti le Robopunte, come altri elementi della Galassia Razzo Flotta, tra cui il Roboboss, che aveva un design differente rispetto alla versione finale. Inoltre, le piattaforme che affondano nella lava avevano delle monete su di esse, poi sotituite dalle Astroschegge nel gioco completo.

  • Come in Super Mario 64, cadendo nella lava Mario perdeva tre tacche di energia.
Il design dell'Energimetro nel trailer della GDC 2017.
  • L'energimetro aveva ancora otto tacche, ma con il blu e il verde scambiati.
  • Molti pianeti della Galassia Giardin Ventoso si trovavano nella Galassia Uovo. È probabile che fossero una sola galassia.
  • La Galassia Dolceape aveva uno sfondo spaziale, mentre nella versione finale lo sfondo è un cielo completamente azzurro.
  • Per qualche ragione, alcune Stelle Lancio lasciavano dietro di sè una scia una rossa. Probabilmente erano un prototipo degli Sfavillotti che si trasformavano in Stelle Lancio.
  • Entrambi gli UFO Fungo all'inizio della Galassia Polvere di Stelle erano rossi.
  • Il Cursore Stella era sempre arancione, come nella prima demo, ma con una coda più corta. Nella versione finale invece è blu, e la sua coda è leggermente più lunga.
  • Poiché l'energimetro aveva ancora otto tacche, il Fungo Energia era assente.
  • Il contatore delle Astroschegge segnava sempre 0/100. Per questo motivo, le monete presenti all'interno delle galassie erano più comuni rispetto al gioco finale.
  • Mario poteva ancora attirare le monete con una piroetta.
  • La barra dell'aria aveva la forma di una bolla.

E3 2007[modifica | modifica wikitesto]

In occasione dell'E3 2007 venne rilasciato un nuovo trailer di Super Mario Galaxy. Il gioco era molto più fedele alla versione finale rispetto ai trailer, alle demo e alle immagini rilasciate in precedenza.

  • Le tacche dell'Energimetro sono state ridotte da otto a tre, come nel gioco completo.
  • Il Cursore Stella ha il suo design definitivo. Viene mostrata per la prima volta la modalità cooperativa. I due cursori stella non erano ancora etichettati con "P1" e "P2" ("G1" e "G2" in italiano).
  • Il misuratore di volo di Mario Ape aveva un design a bolla. Tuttavia, nello stesso trailer, in un altra scena viene mostrato con il suo design finale.
Le Astroschegge sopra i fiori in una versione precedente della Galassia Dolceape.
  • Nella Galassia Dolceape, viene mostrata un'area con due fiori che hanno delle Astroschegge su di essi. Nella versione finale, l'area è ancora presente, ma le Astroschegge sono state sostituite con delle monete.
  • Allo stesso modo, anche nella Galassia Spettro, all'interno della stanza segreta, erano presenti delle Astroschegge invece che monete.
  • Il sistema delle Astroschegge delle precedenti versioni è stato sostituito con quello utilizzato nel gioco completo.
Il contatore delle Astroschegge nel trailer dell'E3 2007.
  • Il contatore delle Astroschegge era sempre nel formato 000, anche quando il giocatore non ne aveva raccolta nessuna.
  • Nella Galassia Adieu, le piattaforme non avevano il bordo argentato.

Ai partecipanti è stata data la possibilità di giocare ad una demo, esplorando parti della Galassia Uovo, della Galassia Dolceape e della Galassia Polvere di Stelle. Successivamente sono stati rilasciati altri video in cui è possibile notare delle differenze rispetto alla versione finale.

Galassia Uovo:[8] [9][10]:

  • I massi si lasciavano dietro una scia di polvere mentre rotolavano.
  • Nella stanza raggiungibile tramite un tubo arancione, era presente un Blocco ? al posto della Moneta ?.
  • I dialoghi di alcuni Sfavillotti sono stati modificati.
  • È assente lo Sfavillotto che parla a Mario delle monete.
  • Sul pianeta a forma di mela morsicata, accanto alla Rovo Piranha si trova una Pianta ago gigante. Nella versione finale è assente e la Rovo Piranha è circondata da delle Piante Punching Ball.

Galassia Polvere di Stelle:[11][12]:

  • Alcuni nomi sono cambiati rispetto alla versione finale del gioco.
    • La "Space Junke Galaxy" (Galassia Polvere di Stelle) era nota come "Star Dust Galaxy" e la prima missione "Pull Star Path" (Il sentiero delle stelle) si chiamava "The Beam Star Trail". Le "Pulls Stars" (Stelle Manine) invece si chiamavano "Beam Stars".
  • La posizione di alcune scritte era differente. Nella selezione delle missioni, il nome della galassia appariva nella parte superiore dello schermo, quello della missione in basso. Nel gioco finale compaiono entrambe in cima. Mentre i messaggi "Punta [il telecomando Wii] sullo schermo" e "Mira [la Stella Manina] e premi A" erano allineati a sinistra, anziché centrati.
  • C'era una moneta in meno rispetto alla versione finale.

Galassia Dolceape:[13]:

  • Matt Casamassina (l'uomo della demo) si riferisce alla "Honeyhive Galaxy" (Galassia Dolceape) come "Honeybee Galaxy".
  • Come nel trailer, sono visibili delle Astroschegge su dei fiori viola, sotituite poi da delle monete.

GC 2007[modifica | modifica wikitesto]

In occasione della Game Conference 2007, è stata presentata un'altra demo di Super Mario Galaxy, probabilmente la stessa dell'E3 2007.

Galassia Dolceape:[14][15]

  • Come mostrato nella demo dell'E3 2007, la Galassia Dolceape, "Honeyhive Galaxy" in inglese, si chiamava "Honeybee Galaxy".
Il design originale del Fungo Ape.
  • Il Fungo Ape aveva un design leggermente diverso.
  • Quando Mario si trasformava in Mario Ape non c'era musica.
  • La scritta che illustra le abilità di Mario Ape era scritta con un carattere differente e il colore del rettangolo era più chiaro.

Galassia Golosona:[16]

Guida Prima[modifica | modifica wikitesto]

Il corno di unicorno nella Galassia di Re Skelopesce.

In tutte le versioni della Guida Prima di Super Mario Galaxy, nella sezione dedicata alla Galassia di Re Skelopesce, i lettori sono invitati a cercare un Guscio rosso accanto ad un "corno simile a quello di un unicorno", con tanto di immagine vicino. Tuttavia, questo oggetto è assente all'interno della galassia. Per questo è possibile che il gioco abbia subito delle modifiche anche dopo essere stato spedito agli scrittori della guida.


Animazioni inutilizzate[modifica | modifica wikitesto]

All'interno dei file di gioco è possibile trovare una serie di animazioni inutilizzate nella versione finale. In alcune di queste animazioni Mario è in grado di scagliare pugni o calci come in Super Mario 64.


punchl.bck punchr.bck punchair.bck tennisrun.bck tennisshotair.bck
SMG-punchl.gif SMG-punchr.gif SMG-punchair.gif SMG-tennisrun.gif SMG-tennisshotair.gif


tennisshotl.bck tennisshotm.bck tennisshotr.bck tenniswait.bck
SMG-tennisshotl.gif SMG-tennisshotm.gif SMG-tennisshotr.gif SMG-tenniswait.gif

Dati inutilizzati[modifica | modifica wikitesto]

All'interno del codice sorgente del gioco, è possibile trovare una serie di parametri inutilizzati all'interno della versione finale del gioco.

Un modello inutilizzato di un Koopa con il guscio blu.
  • Il parametro "Obj_arg0" determina il colore del guscio di un Koopa. L'ID 3 doveva corrispondere ad un guscio blu, ma nella versione completa non viene utilizzato.
Lo Sfavillotto viola rimasto nel codice del gioco.
  • Impostando "Obj_arg0" su 4 è possibile ottenere uno Sfavillotto di colore viola.
  • Impostando "Obj_arg0" su 2 e 1 è possibile ottenere due animazioni inutilizzate del Congelotto e del Vampy, a terra e in aria.
  • Sotto il nome di "GhostDataStarDustGalaxy", nella Galassia Polvere di Stelle, è presente una gara con Mario Cosmico che era stata programmata al posto della missione della Cometa Rapida. La gara inizia sul pianeta di partenza, Mario Cosmico non ha nessuna clip vocale e non è in grado di vincere in alcun modo. Infatti, quando raggiunge il traguardo, la sua animazione rimane bloccata sopra ad una Superstella invisibile. Per proseguire nella gara, Mario è costretto a raccogliere gli Spicchi Stellari, mentre Mario Cosmico no.

Modelli 3D[modifica | modifica wikitesto]

Costumi di Mario[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Chico[modifica | modifica wikitesto]

SMG-Chico.png

Una piccola stella rossa. Il modello 3D presenta solamente gli occhi, mentre il resto non è mai stato completato. Nella versione finale di Super Mario Galaxy, il nome giapponese utilizzato per gli Sfavillotti, チコ, può essere romanizzato come "Chiko" o "Tico". In origine quindi gli Sfavillotti erano stati pensati per assomigliare a delle Superstelle viventi.

TicoJii[modifica | modifica wikitesto]

Un altro personaggio stella. Il suo aspetto ricorda quello di Astrobaffo di Paper Mario e della Stella del Millennio di Mario Party 3. È disponibile in tre diverse colorazioni: blu, giallo e grigio. Data l'aria più adulta rispetto al modello "Chico", è possibile che questo personaggio possa essere stato pensato per ricoprire un ruolo simile a Nerello nella versione finale.

DummyNPC[modifica | modifica wikitesto]

SMG-DummyNPC.png

Questo personaggio è stato creato per testare le animazioni dei vari NPC che sarebbero stati poi inseriti nel gioco finale. Esistono due modelli di questo personaggio; uno a bassa risoluzione, l'altro a risoluzione più alta. Il "DummyNPC" è costituito da una testa ed un corpo, entrambi sferici. Sul volto sono presenti solo due occhi neri e romboidali, mentre al corpo principale sono attaccati gli arti superiori o anferiori. I modelli del "DummyNPC" sono dotati di due animazioni. La prima animazione è associata alla rotazione, la seconda è per "parlare" con il giocatore.

Nemici[modifica | modifica wikitesto]

Attenzione: L'articolo o sezione è in costruzione. Si prega di scusare il suo aspetto informale.

DragonHeadFlower[modifica | modifica wikitesto]

thumb

Un gigantesco fiore dalla testa rosa. Ha delle animazioni in cui cerca di mangiare Mario e sputarlo verso l'alto. Le sue tre foglie ruotano come se fossero un elica.


FlameGun[modifica | modifica wikitesto]

SMG-Flamegun.png

Una statua di marmo vivente che ricorda un maiale. Ha delle animazioni in cui si guarda intorno, saltella avanti e indietro e sputa delle fiamme contro Mario. Quando si muove, pur essendo una statua, le sue orecchie si flettono quando muove la testa. Poiché il modello non è stato completato, le fiamme che sputa sono invisibili, ma possono comunque danneggiare Mario.

DamageBomb[modifica | modifica wikitesto]

SMG-DamageBomb.png

Un modello inutilizzato di una Bob-omba. Anche se la texture utilizzata è differente, la grandezza del modello e la sua forma ricordano l'aspetto delle Bob-ombe in Super Mario 64.

Donketu e DonketuKing[modifica | modifica wikitesto]

SMG-Bronchi.png

Dei modelli inutilizzati di un Bronco e di un Gran Bronco. Possiedono delle animazioni complete e delle texture ben definite. Anche se dall'immagine è difficile da capire, il "DonketuKing" è molto più grande rispetto al "Donketu".

IceMan[modifica | modifica wikitesto]

SMG-IceMan.png

Un creatura fatta di ghiaccio. Nel codice della demo è possibile trovare per questa creatura le animazioni "AngryDemo" e "DeathDemo", ovvero delle animazioni in cui si arrabbia e viene sconfitto. È possibile quindi che era stato pensato per essere un boss. Ha anche un'altra animazione chiamata "IceManIce" che gli permette di lanciare dei pezzi di ghiaccio.

KariKari[modifica | modifica wikitesto]

SMG-Karikari.png

Un modello inutilizzato di uno Slurpino di colore viola. Ha due animazioni di congelamento chiamate "KariKariIce" e "KariKariFreeze" all'interno dei file di gioco. Nei trailer e nelle demo iniziali di Super Mario Galaxy gli Slurpini apparivano di questo colore invece che azzurri. Il nome "Karipon" è stato utilizzato nella versione finale del gioco per indicare il modello di uno Slurpino. Tuttavia, il nome giapponese, è stato cambiato in Takochu (タコチュ).

Kinopi[modifica | modifica wikitesto]

SMG-Kinopi.png

Un nemico molto simile ad un Toad. Il suo nome deriva dal nome giapponese di Toad, ovvero Kinopio (キノピオ), ma senza la "o" finale.

Mocina[modifica | modifica wikitesto]

SMG-Mocina.png

Una sorta di piccola balena color pesca ancorata al terreno.

Octopus Queen[modifica | modifica wikitesto]

SMG-OctopusQueen.png

Una Pianta Piranha di grandi dimensioni. Ha diverse animazioni, ma non ha ombre.

OtaJack[modifica | modifica wikitesto]

SMG-OtaJack.png

Un nemico molto simile a un Polipotto. Nel codice del gioco il nome "OctaKing" viene utilizzato per indicare Re Kaliente. Per questo è possibile che dovesse esserci una sorta di legame tra questo nemico e il boss.

StarMan[modifica | modifica wikitesto]

SMG-StarMan.png

Un nemico da una forma molto semplicistica. Non ha nessuna animazione, ma possiede un file che altera il suo modello in base a quante volte viene colpito. Esiste un duplicato di questo nemico indicato nel codice del gioco sotto il nome di "SpotLightEnemy".

TetuKuri[modifica | modifica wikitesto]

SMG-TetuKuri.png

Il nome di questo nemico è traducibile come "Goomba di Ferro". Ha le animazioni di base di un Goomba, tranne quella in cui viene colpito da una piroetta. È possibile che questo nemico fosse immune ad essa, oppure che il suo modello è stato progettato prima che questa abilità venisse introdotta nel gioco.

Torimoti[modifica | modifica wikitesto]

SMG-Torimoti.png

Una sorta di blob. Questo nemico non ha nessun animazione associata ad esso.


TsukidashikunBig[modifica | modifica wikitesto]

SMG-TsukidashikunBig.png

Nonostante il "big" nel nome, questi nemici hanno le stesse identiche dimensioni dei Bomp, da cui sono stati rimpiazzati nella versione finale. Le texture e l'espressione facciale differiscono da quella dei Bomp. Le collisioni non sono completate. Infatti , questi nemici possono spingere Mario, ma l'idraulico non può salirci sopra in nessun modo.

Uminoko[modifica | modifica wikitesto]

SMG-Uminoko.png

Una creatura simile a un Koopistrice acquatico. Si muove lentamente e ha un animazione di sconfitta se viene colpito da una piroetta. Esiste un modello identico di questo nemico chiamato "Togezo", che è anche il nome ufficiale giapponese dei Koopistrici. In giapponese "Uminoko" significa "figlio del mare" o "Koopa del mare".

Riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]