King Totomesu

Da Super Mario Wiki.
King Totomesu
King Totomesu.png
Specie: Gao
Doppiatore attuale:
Luogo d'origine: Sarasaland
Debutto in: Super Mario Land (1989)
Ultima apparizione:

King Totomesu è il primo boss del gioco Super Mario Land. Si trova nel Regno di Birabuto.

Aspetto fisico[modifica | modifica wikitesto]

Questo nemico è un Gao simile a una sfinge. A differenza dei Gao normali, è molto più grande, si muove e può sputare fiamme più grandi. Inoltre la punta della coda del Re del Regno di Birabuto è gialla mentre nella sua specie normale è marrone. Similmente a loro, invece, ha i colori: ha il corpo giallo e la criniera a sfinge nero-arancio. Ha l'aspetto più aggressivo dei Gao, che invece sembrano piccoli leoncini o tigrotti.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In questo gioco, il King Totomesu, è, appunto, il re del Regno di Birabuto. Come tale, ha il compito di proteggerlo e di non permettere agli estranei di arrivare al Regno di Muda. È stato messo a capo di questo luogo durante l'invasione di Tatanga nel Regno dei Funghi dallo stesso alieno.

Il Re può attaccare Mario in due modi: il primo è di saltare sopra l'idraulico e il secondo coinsiste nel lanciarli addosso delle Palle di fuoco. Mario invece, può sconfiggerlo in altrettanti modi: o colpire il pulsante che ha dietro di lui (come nella prima battaglia contro Bowser in Super Mario Bros.) o attaccarlo con cinque Palle di fuoco. Sconfitto in un modo o nell'altro, Mario riceverà 5000 punti e potrà accedere al Regno di Muda.

Galleria[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Pur essendo più grande di loro, il King Totomesu ha solamente quattro denti come i Gao normali.

In altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Lingua Nome Significato
Jap.png Giapponese キング・トトメス (manuale)
Kingu Totomesu
キング・トドメス (sito web)
Kingu Todomesu

Re Totomesu

Re Todomesu
Uk.png Inglese King Totomesu Re Totomesu
De.png Tedesco König Totomesu Re Totomesu
Spa.png Spagnolo King Totomesu Re Totomesu

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]