Nintendo Entertainment System

Da Super Mario Wiki.
(Reindirizzamento da NES)
NESLogo.png
NES.jpg
Data di pubblicazione: Jap.png 15 luglio 1983 (Famicom)
Usa.png 18 ottobre 1985
Eur.png 1 settembre 1986
Aus.png 1987
Termine: 1995
Predecessore: Color TV Game
Successore: (Famicom Disk System)
Super Nintendo Entertainment System

Il Nintendo Entertainment System (noto anche semplicemente come Nintendo o NES) è una delle prime console create da Nintendo. Le cartucce sono il principale supporto per i giochi e si inseriscono frontalmente aprendo uno sportello e facendoci scivolare dentro il gioco (è detto front loading). È stata la console che ha fatto riemergere l'industria dei videogiochi dopo la crisi del 1983. Ha rivaleggiato con il Master System di Sega e l'Atari 7800 di Atari fino al rilascio nel 1991 del Super Nintendo Entertainment System, che ha dato inizio una nuova generazione di console. Il NES ha venduto 61,91 milioni di copie e la sua produzione è cessata nel 1995.

Controller disponibili[modifica | modifica wikitesto]

Il famoso controller NES.

NES Controller[modifica | modifica wikitesto]

Il gamepad standard del NES è quello che veniva dato in bundle con ogni console, è di forma rettangolare ed ha la Croce direzionale a sinistra, i tasti Pulsante Select e Pulsante Start in mezzo e i pulsanti Pulsante B e Pulsante A sulla destra, è di colore nero e grigio. Esiste anche una versione di questo controller creata col NES-101 che ricorda quello dello SNES.

Il NES Max.

NES Max[modifica | modifica wikitesto]

È uscito per NES nel 1988, esso comprendeva un D-pad al posto della croce direzionale e due pulsanti A e B aggiuntivi con la funzione di rapid-fire button. Ha forma più confortevole con le ali (o corni) laterali.

Il voluminoso NES Advantage.

NES Advantage[modifica | modifica wikitesto]

È un joystick stile arcade per NES. È molto voluminoso rispetto alle altre versioni del controller.

Accessori ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Per il NES vennero rilasciati una moltitudine di accessori, prodotti direttamente da Nintendo o da terze parti, alcuni pubblicati solo in Giappone (e quindi esclusiva Famicom), mentre altri anche in Nord America o Europa, come esclusiva o adattati dall'originale giapponese.

Cartucce di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Una delle grosse cartucce occidentali.

Le cartucce originali, o "Game Pak", per il NES sono di dimensioni 13,3×12×2 cm (A×L×P) e di colore grigio. I connettori erano nella parte inferiore. Le cartucce presentavano 2 etichette: la prima, sul lato frontale, riportava il nome del gioco ed un'immagine artistica dello stesso; la seconda, sul retro, riportava le precauzioni d'uso della cartuccia stessa.

Alcune cartucce presentavano il contenitore, l'etichetta frontale o quella posteriore, di color oro (raramente color argento) per quei giochi, quali The Legend of Zelda o Turbo Racing o anche la cartuccia dei Nintendo World Championship del 1990 e contenevano una memoria alimentata da una batteria tampone per conservare i punteggi massimi o i salvataggi delle partite. Le cartucce commercializzate senza licenza Nintendo erano di vari colori ed avevano dimensioni e forme diverse da quelle delle cartucce ufficiali Nintendo. Le cartucce di test, usate solo internamente da Nintendo e mai commercializzate, erano di colore giallo.

Le cartucce del Famicom avevano dimensioni più compatte, 7×10,8 cm (A×L), anche grazie al connettore dotato di soli 60 pin contro i 72 delle cartucce del NES. Alcuni dei primi giochi pubblicati per il NES (ad esempio "Gyromite") contenevano il gioco in versione Famicom con il connettore a 60 piedini ed un adattatore per renderlo compatibile con il connettore del NES a 72 piedini. A differenza di quelle del NES, le cartucce per il Famicom erano prodotte in diversi colori.

La NES Zapper.

NES Zapper[modifica | modifica wikitesto]

La NES Zapper (Famicom Light Gun in Giappone) è una light gun che faceva parte dell'originale Nintendo Entertainment System nel 1985 e del Famicom nel 1984. La versione giapponese consisteva in una imitazione realistica di un revolver, ma arrivata in Nord America fu modificata, fino ad assomigliare ad una pistola a raggi futuristica, intonata inoltre al design del NES. Le prime Zapper erano grigie per essere intonate al design del NES, ma più tardi il colore fu cambiato in arancione. La pistola permette ai giocatori di mirare allo schermo del televisore e colpire vari bersagli. Quando il grilletto viene premuto, il gioco sostituisce la schermata con uno sfondo nero per un fotogramma, poi, per un altro fotogramma, disegna un rettangolo bianco intorno allo sprite al quale il giocatore si suppone stesse sparando. La Zapper rileva questi cambiamenti in intensità e invia un segnale al NES che indica se si trova su un pixel illuminato.

Il Family Fun Fitness.

Family Fun Fitness[modifica | modifica wikitesto]

Conosciuto in Europa col nome di Family Fun Fitness, in Giappone come Family Trainer e in Nord America come Power Pad, è un tappetino per esercizi rilasciato per NES e Famicom, interagiva con alcuni giochi.

Il simpatico androide R.O.B. creato da Nintendo.

R.O.B.[modifica | modifica wikitesto]

R.O.B. (abbreviazione di Robotic Operating Buddy) è stato commercializzato a partire dal 26 luglio 1985 in Giappone. In Nord America è stato rilasciato il 18 ottobre dello stesso anno, mentre in Europa il 1º settembre 1986. È stato progettato con l'intenzione di rappresentare il NES come qualcosa di nuovo, allora ancora fortemente presenti. R.O.B. ebbe breve durata sul mercato, con il supporto di soli due giochi compatibili, che costituivano la "Serie Robot": Stack-Up e Gyromite. R.O.B. riceve i comandi tramite flash ottici dallo schermo ai suoi occhi. Una volta acceso, è pronto a ricevere i comandi come la NES Zapper.

Il NES Satellite, uno dei primi multitap wireless.

NES Satellite[modifica | modifica wikitesto]

Rilasciato nel 1989 era un multitap wireless ad infrarossi composto da due parti: il ricevitore, da attaccare alle porte controller della console, e il trasmettitore, in cui si potevano attaccare ben 4 controller e utilizzarli in multiplayer nei giochi compatibili, presentava anche dei tasti per il turbo. L'apparecchio ha una portata di ricezione di circa 4,5 metri, che sono tanti considerando che il cavo del controller standard è di appena 90 cm circa.

Il NES Four Score.

NES Four Score[modifica | modifica wikitesto]

Rilasciato nel 1990 permetteva di poter usare ben 4 controller nei giochi compatibili, in oriente venne chiamato 4-Players Adaptor e fino all'uscita dell'AV Famicom era l'unico modo per usare altri controller che non fossero quelli saldati alla macchina.

Nintendo Classic Mini: Nintendo Entertainment System[modifica | modifica wikitesto]

Il Nintendo Classic Mini: Nintendo Entertainment System

Il Nintendo Classic Mini: Nintendo Entertainment System (chiamato NES Classic Edition in America) è una versione modificata e più piccola del NES, che verrà rilasciata l'11 novembre 2016.

Questa versione userà un cavo HDMI, incluso nella console, e avrà 30 giochi classici NES pre-installati. I giochi avranno punti di recupero (come le versioni Virtual Console) e insieme alla console ci sarà un controller NES, utilizzabile anche per giocare i giochi Virtual Console su Wii e Wii U.

I giochi di Mario inclusi nella console saranno:

Giochi di Mario per questa console[modifica | modifica wikitesto]

Differenze regionali[modifica | modifica wikitesto]

Attorno al mondo il NES non è rimasto uguale, infatti ci sono molte differenze tra zona e zona.

Famicom.jpg

Il Giappone[modifica | modifica wikitesto]

Il Giappone fu la prima nazione a ricevere il NES, ma è molto diverso da come noi o conosciamo, infatti è colorato di rosso e bianco, ha il sistema di inserimento cartucce sulla parte superiore, possiede solo l'uscita audio/video antenna RF ed una porta di espansione posta sul davanti per i vari add-on e accessori. I controller sono rossi ed hanno una disposizione tasti del tutto simile a quelli occidentali, tranne per il fatto che nel secondo controller non sono presenti i tasti Select e Start e sono sostituiti da un microfono (usato in certi giochi come in The Legend of Zelda), sono saldati all'interno della console. Le cartucce sono più piccole di dimensione e spesso sono di colori accesi e sgargianti.

NES.jpg

Il Nord America[modifica | modifica wikitesto]

Il nord America ricevette una versione molto modificata del Famicom, era di colore grigio e nero, presentava un sistema di inserimento cartucce frontale (serviva per richiamare i videoregistratori), aveva le porte controller, un'uscita audio/video in composito RCA, i gamepad erano stati leggermente rivisitati ed era stato aggiunto un chip di controllo sulla pirateria chiamato 10NES. Era stato venduto in bundle con delle light-gun colorate e un robottino nei negozi di giocattoli per superare i pregiudizi sui videogiochi che s'erano creati durante la caduta del mercato dei videogiochi del 1983; tutto ciò ne causò il successo commerciale.

Nes-konsolen.jpg

L'Europa e l'Oceania[modifica | modifica wikitesto]

L'Europa e l'Oceania ricevettero ben due versioni del NES. La prima fu venduta in Gran Bretagna, in Italia ed in Oceania e fu denominata versione PAL-A, la seconda invece fu venduta nei restanti Paesi europei e venne denominata PAL-B. Entrambe le versioni sono quasi del tutto uguali alla versione americana, tranne per il fatto che sullo sportellino frontale sono presenti scritte come "NES Version", "Mattel Version" (PAL-A) oppure European Version (PAL-B), altre ancora hanno scritte in base al paese di commercializzazione, del tipo "Versione Italiana" o "Spanish Version" e ognuna differisce dalle altre per il region-lock: i giochi americani funzionano solo con le console americane, mentre quelli europei funzionano solo nelle rispettive console (le cartucce presentano una grossa A o una grossa B in base alla loro regione di provenienza).


NES-Comboy-Korean-Version.jpg

Hong Kong e Corea[modifica | modifica wikitesto]

Entrambi i territori ricevettero la propria versione del NES, del tutto identiche alle versioni PAL-B europee e differivano soltanto per gli sportellini frontali, il primo con un semplice "Hong Kong Version", mentre il secondo aveva un nuovo logo "Comboi".

Famiclone.jpg

L'URRS, la Cina, il Sud America ecc...[modifica | modifica wikitesto]

Queste ed altre zone non ricevettero ufficialmente il NES, ma, in base al mercato, o fu importato clandestinamente o fu creata una macchina molto simile che poteva far funzionare i giochi ugualmente (grazie anche all'hardware molto semplice su cui si lavorava), queste macchine sono dei veri e propri cloni (famicloni, appunto) e principalmente venivano commercializzate assieme a copie di giochi, bootleg e svariate cartucce multi-game.


Revisioni hardware[modifica | modifica wikitesto]

Il NES-101.

Il NES non ha avuto alcuna revisione nel mercato PAL, invece in quello nordamericano nel 1993 ha ricevuto il Nintendo Entertainment System Control Deck (detto anche NES Top-Loader, NES 2 o NES-101) ed era una versione più economica della console, senza sistema di inserimento cartucce frontale, senza la spia di accensione led, senza uscita video in RCA composito, e senza il chip 10NES per l'antipirateria. i controller furono anch'essi rivisitati per dargli un'aspetto più simile a quelli dello SNES, per via della forma, furono chiamati "dogbone" (osso di cane) Anche in Giappone il Famicom ricevette un nuovo desing, chiamato AV Famicom (o anche New Famicom o Famicom HVC-101) era molto simile alla controparte americana, tranne per il fatto che fu aggiunta l'uscita video in composito che garantiva una maggiore qualità video. Visto che la versione americana possedeva solo l'uscita antenna RF poteva essere mandato in assistenza clienti per l'aggiunta di una porta che garantiva il segnale composito, purtroppo questi modelli modificati sono molto rari per via del macchinoso processo di creazione.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il controller del NES appare come pedina nel gioco Nintendo Monopoly del 2006.
  • Il NES è apparso in Super Paper Mario, tra le tante console di Ginoleonte.
  • Il NES fa un cameo nella serie televisiva americana I Robinson. Nel nono episodio dell'ottava stagione si vede Olivia Kendall (Raven-Symoné) mentre gioca con questa console.
  • Un grande controller del NES appare come porta che conduce ai codici del gioco Sugar Rash nel film Ralph Spaccatutto.
  • Sempre nel film Ralph Spaccatutto, quando il protagonista e la sua amica Vanellope von Schweetz creano il loro kart, vi sono delle scritte sopra alcune icone (che comparivano prima di iniziare la costruzione del kart) che dicevano "Select your kart", molto simile alla frase: "Select your player" detta da Mario quando, nei primi giochi della serie di Mario Kart, si andava nella schermata dei personaggi da scegliere chiamata "Select your driver" o "Choose a charachter"
  • Il NES Advantage è presente come cameo nel film Ghostbusters 2 e veniva usato per controllare la Statua della Libertà.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]