Nasco e Dino

Da Super Mario Wiki, l'enciclopedia di Mario.
Nasco-e-Dino-Nome.png
LM-Nasco-e-Dino.png
Nome completo: Nasco e Dino, gemelli
Età: 5
Biografia: Ai gemelli piace giocare a rimpiattino, ma nascondendosi entrambi, il gioco non finisce mai.
Stanza: La camera dei gemelli
Punti vita: 100 ciascuno
Oggetto rilasciato: Scarpa di Mario.
Cuore: STONF! (Nasco)

Uh-aaaaa (Dino)

Nasco e Dino, gemelli sono una coppia di Fantasmi Ritratto apparsi in Luigi's Mansion. Nasco e Dino, sono i figli di Armando e Lidia, e i fratelli maggiori di Pierino.

Prima degli eventi del gioco, sono stati catturati dal Professor Strambic e trasformati in ritratti grazie al Ritrattificatore di spettri. Successivamente, vennero liberati da Re Boo. Nella Galleria del Professor Strambic il loro ritratto è il numero 14.

Il nome dei due gemelli deriva dal nascondino, un popolare gioco tra bambini.

Aspetto fisico[modifica | modifica wikitesto]

Entrambi i gemelli hanno la pelle azzurra, i cappelli biondi e due grandi occhi verdi. Indossano gli stessi abiti, ma di colore diverso. Nasco indossa una maglietta rosa con una striscia dello stesso colore su ciascuna estremità delle maniche. Sopra la camicia, indossa un gilet blu con bottoni rosa e altri dettagli. Dino indossa una maglietta gialla con una striscia dello stesso colore all'estremità delle maniche. Sopra la maglietta, indossa un gilet rosso con bottoni dorati e altri dettagli.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In Luigi's Mansion Nasco e Dino sono due fantasmi dell'Area 3, nella camera. A differenza degli altri membri della loro famiglia diretta, i gemelli non vengono combattuti durante la prima visita di Luigi al secondo piano. Per rivelare i gemelli nella stanza, Luigi deve usare il suo Poltergust 3000 per far girare un elicottero mobile appeso al soffitto. I gemelli decidono quindi di giocare a nascondino con Luigi. Gli dicono di aspettare fuori finché non sono pronti. Quando Luigi rientra, entrambi si nascondono in una delle cinque scatole nella stanza. Quando Luigi usa il suo Poltergust, i due fratelli rabbrividiscono quando la sua scatola viene aspirata o colpa da un elemento.

Dopo che Luigi li ha trovati, lo accusano di aver imbrogliato e sigillano la porta. Nasco sale su una macchina, Dino su un aereo. Iniziano ad attaccarlo, con Dino che lancia delle bombe contro Luigi. Tutti gli attacchi infliggono dieci danni. Per renderli vulnerabili, Luigi deve prima aspirare i mezzi si cui si trovano, e infine i gemelli stessi. Solo Nasco rilascia delle perle.

Dopo che sono stati catturati entrambi, la luce della stanza si accende e appare un forziere contenente la scarpa di Mario.

Cornici[modifica | modifica wikitesto]

Luigi's Mansion[modifica | modifica wikitesto]

Luigi's Mansion (Nintendo 3DS)[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

LM-Nasco-e-Dino-vivi-ritratto.png
  • Nella camera dei gemelli sono presenti due ritratti che raffigurano Nasco e Dino quando erano ancora in vita.
  • Anche se Luigi riesce a trovare Nasco e Dino senza usare il Poltergust 3000, i due gemelli lo accusano ugualmente di aver barato.

In altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Lingua Nome Significato
Jap.png Giapponese ウォン と テッド
Won to Teddo
Juan e Ted. I loro nomi potrebbero derivare dal film Filippino del 2000, Juan & Ted: Wanted.
Uk.png Inglese Henry and Orville, the Twin Brothers Henry e Orville, i fratelli gemelli. Henry sale su una macchina e prende il nome da Henry Ford, che è stato uno dei maggiori contributori all'industria automobilistica. Orville sale su un aereo giocattolo in battaglia e prende il nome da Orville Wright, che, insieme a suo fratello, ha progettato e pilotato il primo aeroplano.
France.png Francese Igor et Grishka, Les Jumeaux Igor e Grishka, i gemelli. I due famosi gemelli Igor e Grichka Bogdanoff.
De.png Tedesco Fortis und Wegbert, Zwillingsbrüder. Fortis und Wegbert, gemelli
Spa.png Spagnolo Pedro y Enrique, Los gemelos Pedro e Enrique, i gemelli. I loro nomi derivano da due storici fratellastri spagnoli, Pedro e Enrique.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]