Paper Mario: Sticker Star

Da Super Mario Wiki, l'enciclopedia di Mario.
Paper Mario: Sticker Star
PMSSEUboxcover.png
Sviluppatore: Intelligent Systems
Vanpool
Nintendo SPD Group No. 3
Pubblicazione: Nintendo
Genere: Avventura, RPG, Rompicapo
Console: Nintendo 3DS
Modalità: Giocatore singolo, azione/avventura
Valutazione:
PEGI3new.svg PEGI: Da tre anni in poi
ESRBE.png ESRB: Per tutti
Dispositivo:
Nintendo 3DS:
3DS Card Icon.png Cartuccia
Controller:
Nintendo 3DS:
Data di pubblicazione: Jap 6 dicembre 2012
Usa 11 novembre 2012
Eur 7 dicembre 2012
Aus 8 dicembre 2012
Topic di discussione
Box!64.png Questo articolo è un abbozzo. La Super Mario Wiki si basa sui contributi dei lettori, sapresti aggiungere informazioni?

Paper Mario: Sticker Star (Paper Mario: Super Seal in giapponese) è un gioco di ruolo per Nintendo 3DS sviluppato da Intelligent Systems. Come quarto capitolo della serie di Paper Mario, si tratta del primo ad essere rilasciato su una console portatile. È il successore di Super Paper Mario e il predecessore di Paper Mario: Color Splash.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Attenzione: L'articolo o sezione è in costruzione. Si prega di scusare il suo aspetto informale.

[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco inizia durante la notte dello Sticker Fest, ricorrenza che vede tutti i cittadini del Regno dei Funghi riunirsi per assistere all'arrivo della cometa Sticker. Secondo la leggenda i desideri espressi da coloro che la vedono sorvolare nel cielo si realizzano. Quella stessa notte, Bowser, il Re dei Koopa, semina il panico a Decalcopoli e infrange la cometa Sticker liberando i sei Sticker reali che la compongono. Nello stesso momento uno dei sette Sticker reali, una corona dorata, si posa sulla testa di Bowser che, carico del potere proveniente dalla stessa Sticker Star, distrugge la città di Decalcopoli e dopo aver sconfitto Mario, rapisce la Principessa Peach. La mattina seguente Mario viene svegliato da una strana voce e trova la città immersa in mezzo al caos, con quasi tutti i Toad della città rimasti intrappolati. La voce che lo ha svegliato proviene da un cartello del festival su cui è attaccata Corinne, sticker proveniente dalla stessa Sticker Star per ritrovare e ricostruire la cometa Sticker. Corinne inizialmente crede che sia stato Mario a toccare la cometa, ma l'idraulico gli spiega che è stata colpa di Bowser. Entra così a fare parte della compagnia di Mario e i due partono alla ricerca dei frammenti perduti.

Fatto ciò, Mario libera tutti i Toad della città e dopo aver ottenuto il Martello e l'Album, ritrova i Toad dell'area residenziale, indispensabili per srotolare l'area principale dell città che permette di accedere alla mappa dei vari mondi del gioco. Mentre esce da Decalcopoli, però viene attaccato da un trio di Goomba e Corinne spiega al giocatore qual è l'utilizzo degli sticker in battaglia. Una volta sconfitti i nemici, Mario si dirige verso il mondo 1.

Mondo 1[modifica | modifica wikitesto]

Il duo si reca dunque nelle Pianure soffici dove Bowser Junior, dopo essere stato battuto da Mario con uno sticker oggetto, le forbici, fa uso della cartificazione per scollare un ponte, accartocciarlo e lanciarlo su un'altura. Nonostante ciò il duo riesce a proseguire grazie a una Risma di Toad che li aiuta a ritrovare il ponte che Mario, grazie alla tecnica della cartificazione di Corinne, riesce a rimettere al suo posto. Riesce così a proseguire, ma la sua avventura viene nuovamente interrotta dal trio di Goomba sconfitti a Decalcopoli. Questa volta, i tre si arrotolano a forma di punta, ma vengono nuovamente sconfitti. Sbarazzatosene, l'idraulico raccoglie il primo frammento di cometa e procede verso il livello Bouquet di giardini.

Il giardino, a causa di un ventilatore, è imperversato da un forte vento che soffia nella parte nord ovest della zona. Una volta spento il Ventilatore, Mario incontra un povero Toad disperato poiché a causa del vento i sui bellissimi fiori sono stati distrutti. L'idraulico, da bravo eroe, aiuta il povero Toad e per il suo gesto eroico e viene premiato con un Più PV. Alla fine della strada Mario viene interrotto da un gruppo di Goomba che vengono sconfitti grazie al Girasticker.

Mondo 1-3 Strada Lungofiume[modifica | modifica wikitesto]

Nel livello, Strada Lungofiume, Kamek, il Magikoopa, sfida Mario in un duello e non contento della batosta subita decide di giocare un tiro mancino e "spaperizza" un frammento di cometa che viene lanciato sopra un gayser d'acqua. Fortunatamente l'idraulico lo trova e una volta rimesso il frammento al proprio posto prosegue nel suo viaggio.

Mondo 1-4 Collina Lungolargo[modifica | modifica wikitesto]

Mario e Corinne prosegue verso la Collina Lungolargo e dopo essere riusciti ad aprire la porta per il mulino a vento e a risolvere l'enigma al suo interno viene bloccato da una Nella Gigante anch'essa poi ridotta a brandelli. In una piccola altura un povero Toad conosce, senza saperlo, la soluzione all'enigma del mulino.

Mondo 1-5 Monte Roboante[modifica | modifica wikitesto]

Anche nel Monte Roboante non c'è pace, dopo aver sconfitto un invasione di Koopistrici grazie al potere di una Super Stella, il povero Mario è costretto a trovare un cancello da cartificare per poi salvare un rivenditore Toad attaccato a una staccionata da Bowser. Per congratularsi con Mario il Toad decide di aprire la sua bottega.

Mondo 1-6 Fortezza Goomba[modifica | modifica wikitesto]

Da quando Bowser ha toccato la cometa Sticker, dalla Fortezza Goomba un avanzata di Goomba si è rivolta contro la città di Decalcopoli. Dopo averla attraversata tutta, Mario deve confrontarsi con il detentore dello Sticker Reale Rosso.

Descrizione dalla pagina Nintendo eShop[modifica | modifica wikitesto]

Disponibile dalle prossime vacanze, questa classica serie action GDR riceve un fresco aspetto in 3D nel suo debutto su console portatile, con Mario che utilizza gli adesivi trovati nel corso del gioco per vincere battaglie e risolvere puzzle.

Gameplay[modifica | modifica wikitesto]

Il Gioco[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver rinunciato al classico sistema di battaglie in favore al sistema a platform in due dimensioni in Super Paper Mario, Paper Mario: Sticker Star ritorna al

Mario colpisce un Goomba.

classico sistema di battaglie a turni dei primi due capitoli. Uno scatto di gioco mostra i comandi del Salto e del Martello originali di Mario sottoforma di Adesivi e uno schema ridisegnato a favore del touch screen del sistema. I compagni fanno anche il loro ritorno dopo essere stati rimpaziati dai Pixl, con degli scatti di gioco che mostrano un Categnaccio, concepito come partner di Mario. Un filmato di gameplay ha mostrato questo Categnaccio lanciato con una catena nell'overworld, non diversamente da uno degli attacchi di Bowser in Super Mario RPG: Legend of the Seven Stars (e vagamente somigliante a Kooper e Koopaldo dei primi due episodi). I giocatori dovranno gestire gli adesivi, ognuno dei quali sarà necessario per risolvere puzzle e proseguire nel gioco. Gli adesivi hanno quindi una parte di notevole importanza nel gameplay e nella storia. Alcuni oggetti appaiono in forma di adesivi, e avranno l'abilità di garantire potenziamenti a Mario, come la Tuta Rana. Possono anche essere utilizzati per superare ostacoli. Una nuova caratteristica include una slot machine "Battle Spin", detta Girasticker, che è simile al Bingo! di Paper Mario: Il Portale Millenario; permette a Mario di ottenere set di adesivi e monete extra. Nel gioco viene inoltre introdotta una mappa dell'Overworld.

Girasticker[modifica | modifica wikitesto]

Il Girasticker viene introdotto in questo gioco, solo durante le battaglie. Questa modalità consiste nel far girare una specie di slot machine per cercare di ottenere la possibilità di usare più sticker in un solo turno. Se il giocatore riesce a mettere in file tre figurine uguali, potrà utilizzare tre sticker. Se invece ne mette in fila due ne otterrà due, e se non ne mette in fila nessuno riceverà una Moneta di consolazione. Per usare il Girasticker si devono spendere alcune Monete, e per rallentare la roulette serve usarne altre.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Protagonisti[modifica | modifica wikitesto]

Sostenitori[modifica | modifica wikitesto]

Nemici[modifica | modifica wikitesto]

Ostacoli[modifica | modifica wikitesto]

Boss e Miniboss[modifica | modifica wikitesto]

Durante il gioco, Mario si imbatte in creature mostruose che vanno combattute per poter proseguire nell'avventura. I Boss e i Miniboss del gioco sono indicati qui di seguito, tenendo conto che i Boss di fine mondo sono evindenziati col colore del loro sticker reale.

Nome PV Attacco Luogo
Bowser Junior 20 2 Pianure soffici
Kamek 20 4 Strada lungofiume
Nella Gigante 40 3 Collina Lungolargo
Goomba Megasfavillante 90 3 Fortezza Goomba
Kamek 20 4 Sfinge di Yoshi
Marghibruco Poderoso 300 7 Stadio al forno
Parte di Torcibruco 15 Fiume avvitato, Pista frondosa, Bosconfuso, Spiaggia spumeggiante
Sguscioragno Gigante 16 Tana Sguscioragno
Calamarcio 300 4 Spiaggia spumeggiante
Pesce Smack Gigante 88 Porto lucente
Boo Gigante 100 10 Maniero Mistero
Bowser Junior 100 3 Mappa dei mondi
Mastro Bufera/Bowser di neve 400 10 Forte nevoso di Bowser
Categnaccio Gigante 99 10 Rovine Categnaccio
Pipino Piranha 300 4 Vulcano tonante
Bowser Junior 300 2 Flotta di Bowser Junior
Kamek 20 Castello volante di Bowser
Bowser 400/500 10 Castello volante di Bowser

Luoghi[modifica | modifica wikitesto]

A differenza dei giochi precedenti della serie di Paper Mario, Paper Mario: Sticker Star ha una struttura ha livelli i quali si trovano in diversi mondi. Per accedere in un livello bisogna prima raccogliere un determinato frammento di cometa.

Differenze con gli altri giochi di Paper Mario[modifica | modifica wikitesto]

  • Essendo la tradizione stata ripresa in Paper Mario: Color Splash, Paper Mario: Sticker Star è il primo e unico titolo della serie in cui il gioco non inizia con una lettera a Casa di Mario.
  • A differenza degli altri Paper Mario in questo gioco non c'è nessun tipo di sistema a punti e non si può salire di livello, ma Mario diventa più forte di poco ogni volta che raccoglie un Più PV, un frammento di cometa o uno Sticker Reale
  • Tutti i boss sono solo delle versioni potenziate di nemici del gioco stesso o boss di vecchi giochi di Mario.
  • Kameka viene sostituita completamente da Kamek.
  • Questo è il primo gioco della serie in cui Bowser non parla.
  • Mario non può ottenere né il Super Martello né l'Ultra Martello poiché le funzioni di quei due tipi di Martelli possono essere utilizzate grazie a degli Sticker.
  • Questo è il primo gioco a non essere diviso in capitoli in favore della mappa dei mondi, e anche se così fosse ci sarebbero solo 6 capitoli in contrasto con gli 8 dei giochi precedenti.
  • Questo è il primo gioco della serie in cui non si possono analizzare i nemici.
  • Questo è il primo gioco della serie in cui non compaiono, oggetti da cucinare, né clan di Merlocchio, né il Whacka, né compagni e non compaiono neanche le intersezioni con Peach perché Shigeru Miyamoto non ha voluto inserire nessun personaggio al di fuori di quelli della serie principale, ad eccezione di Corinne.
  • Conseguentemente all'idea di Miyamoto in questo gioco non c'è un boss più potente del boss finale e anche per questo è stata scartata l'idea del Labirinto dei 100 Livelli.
  • È il primo gioco in cui i nemici hanno un aspetto simile a quello avuto nella serie principale.
  • È il primo Paper Mario in cui Mario non può trasformarsi in una versione 8-bit di se stesso.
  • Mario non può scegliere quale nemico attaccare.
  • Non sono presenti gli Oggetti Chiave, che sono stati invece sostituiti dai Ritagli.

Similitudini con gli altri giochi di Paper Mario[modifica | modifica wikitesto]

  • In Paper Mario: Sticker Star, come nel primo Paper Mario, Bowser grazie a un oggetto magico diventa invincibile, è il boss finale, e nella seconda fase diventa gigante e per batterlo c'è bisogno l'aiuto di un personaggio specifico, Twink nel primo gioco e Corinne in Sticker Star.
  • I due personaggi citati prima sembrano delle versioni bambine degli artefatti magici da cercare nei rispettivi giochi e provengono da un luogo che a che fare con le stelle.
  • Proprio come negli altri giochi della serie, il primo capitolo si svolge in una pianura e termina con una lotta contro un boss in una fortezza/castello.
  • Il secondo capitolo invece si svolge in un deserto, come nel primo gioco.
  • Il terzo capitolo è ambientato in una foresta oscura, come in Paper Mario.
  • Come nel primo gioco nel mondo della giungla c'è un vulcano attivo in cui il boss è una Pianta Piranha.
  • Sempre come il primo Paper Mario non esiste una modalità infinita che permette di cimentarsi in un post-game dopo aver completato l'avventura principale (Apparirà però nella piazza di Decalcopoli un Toad Verde il quale permetterà al giocatore di rivedere i titoli di coda). Per questo, il boss finale potrà essere combattuto ancora.
  • Il gioco si conclude con una parata finale guidata da Luigi (se non sitrovano i 5 cameo di Luigi la parata verrà guidata da un Toad); una cosa molto simile accade nel primo gioco della serie.
  • Il modo in cui Corinne viene rapita da Pipino Piranha è molto simile al modo in cui Consilia viene rapita in Super Paper Mario da Ginoleonte.
  • Alla fine di ogni livello di fine mondo sarà presente un breve epilogo, proprio come accadeva anche negli altri giochi della serie.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Lo sviluppo di Paper Mario: Sticker Star è iniziato nel 2009. Il gioco in origine doveva far parte della line-up iniziale del Nintendo 3DS. L'idea originale era quella di creare un GDR unico che sfruttasse lo schermo stereoscopico della console, ma dopo l'E3 2010 (durante il quale furono mostrate delle immagini del gioco) Shigeru Miyamoto disse che il gioco era solo un port della versione per il Gamecube.

Chiese allora di apportare delle "grandi modifiche" al gameplay. Per rendere ciò possibile una grande parte del team fu cambiata e soltanto il 10% degli sviluppatori rimasti avevano già lavorato ad un gioco di Paper Mario.

Durante lo sviluppo inoltre, Miyamoto decise anche di incoraggiare il team di sviluppo di rispettare alcune limitazioni, ed è per questo fatto che il gioco ha una storia minima e quasi nessun nuovo personaggio escludendo Corinne.

Elementi beta[modifica | modifica wikitesto]

Per approfondire, vedi Elementi beta di Paper Mario: Sticker Star.

Glitch[modifica | modifica wikitesto]

Per approfondire, vedi Glitch di Paper Mario: Sticker Star.

Staff[modifica | modifica wikitesto]

Per approfondire, vedi Staff di Paper Mario: Sticker Star.

Galleria[modifica | modifica wikitesto]

Per approfondire, vedi Galleria:Paper Mario: Sticker Star.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Ogni volta che un nuovo personaggio viene introdotto, il gioco si fermerà per mostrare al giocatore il suo nome, una cosa simile accade anche in Super Smash Bros. Brawl.
  • Il manuale elettronico del software dice che è possibile finire game over cadendo fuori dallo scenario, una cosa del genere però, non può accadere senza l'utilizzo di glitch.
  • Tutti i boss parlano, tranne Bowser che in questo gioco è muto.
  • Non importa il numero di nemici battuti, il numero massimo di monete ottenibili alla fine di un livello non sarà mai superiore a 300.

In altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Lingua Nome Significato
Jap.png Giapponese ペーパーマリオ スーパーシール
pēpāmario sūpāshīru
KorSud.png Coreano 페이퍼 마리오 스티커 스타
peipeo malio seutikeo seuta
Cina.png Cinese 纸片马力欧 超级贴纸 (semplificato)
Zhǐpiàn Mǎlìōu: Chāojí Tiēzhǐ

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]