Re Cardo IV

Da Super Mario Wiki, l'enciclopedia di Mario.
Nemico di Super Paper Mario
Re Cardo IV.jpg
Re Cardo IV
Posizione
PV Massimi 50
Attacco 2
Difesa 0
Tipo di Carta Non Comune
Descrizione Carta Re Cardo vorrebbe un mondo tutto rose e fiori. Peccato che l'acqua inquinata l'abbia fatto impazzire.
Lista delle Carte Raccolta
185    186    187
Descrizione di Consilia
Questa voce è incompleta. Ecco cosa manca: Descrizione data da Consilia.

Re Cardo IV, a volte chiamato semplicemente Re Cardo, è un boss di Super Paper Mario. Re Cardo è il Re dei Floro Sapiens e passa tutto il giorno a fare il lavaggio del cervello ai Cromagnoidi per poter ricostruire il suo castello pieno di gioielli. Re Cardo è anche il possessore del sesto Cuore Puro. Cardo IV è stato nominato re dopo che il fratello Re Cardo III è appassito.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In Super Paper Mario Mario, Peach e Bowser devono sconfiggere Re Cardo per salvare i Cromagnoidi dal suo controllo. Per sconfiggerlo gli eroi devono prendere le piccole teste e lanciargliele addosso, per fargli dei danni. Quando gli rimarrà poca vita, la testa di Re Cardo si staccherà dal corpo in pezzi e comincerà a fluttuare in aria, lanciando dei petali rosa molto taglienti. Essi, fluttuando, possono infliggere seri danni al giocatore se questo non li afferra e non li lancia a Re Cardomediante l'utilizzo di Manolo. Ogni petalo è uno più grande dell'altro, e infliggono danni diversi a seconda della grandezza. Dopo aver perso tutti i PV, Re Cardo appasisce miseramente perdendo i petali intorno alla sua testa. Una volta sconfitto entreranno quattro Floro Sapiens che spiegheranno che in realtà il Re Cardo voleva punire i Cromagnoidi perché inquinavano la loro acqua. Dopo il capitolo 5 i tre eroi possono parlare con un Floro Sapiens che riporterà in vita il loro Re. Mario e gli altri potranno incontrarlo di nuovo stavolta come un amico che vuole aiutare i Cromagnoidi (ciò significa che come dicevano i Floro Sapiens è un re buono impazzito a causa dell'inquinamento).

Predecessori[modifica | modifica wikitesto]

Per molti anni prima di Re Cardo IV ci sono stati altri Re:

Re Cardo I[modifica | modifica wikitesto]

Re Cardo I

Re Cardo I (Regno: 1-496) il primo re del Regno di Flora Cardo I è conosciuto come il più grande dei re. Egli riunì i Floro Sapiens, dando loro un ordinamento e creando il Regno di Flora. Fondò la capitale e adottò un calendario che aveva inizio dalla nascita del regno. Letali spine ornavano la sua pesante armatura. Era infatti noto come la "Rosa di Ferro". Le infrastrutture del regno e le prime strade furono progettate dallo stesso re. Tuttavia, quando il principe ereditario all'improvviso appassì, Cardo non resse. L'anno di Flora 444 segnò l'inizio del suo regno del terrore, "l'Oscuramento". Cardo I e il suo malvagio regime furono sconfitti da un violento colpo di stato. Il re fu deposto e questo segnò la fine ufficiale dell'Oscuramento. Ormai in declinio, si narra che dicesse: "La Rosa di Ferro non appassirà mai!". Tuttavia, presto appassì.

Regina Cardina II[modifica | modifica wikitesto]

Regina Cardina II

Regina Cardina II (Regno: 496-1298) Cardina II era la figlia del grande sovrano, Re Cardo I. Cardina II fu imprigionata per le sue critiche contro le politiche del precedente re. Tuttavia, in seguito al colpo di stato popolare, fu liberata e le fu offerto il trono. L'impegno per ridurre le tasse e nella medicina, la rese molto popolare. Col tempo la sua influenza contribuì a guarire le ferite inflitte dall'Oscuramento. Ella compilò anche una genesi dei Floro Sapiens, "il Florimarillion". Il libro doveva essere la sua eredità per i posteri, un segno della sua benevolenza. Cardina II temeva un cruente lotta per il trono, se avesse avuto tanti eredi. Ebbe un solo erede e in età avanzata. Per questo fu chiamata "La Rosa Candida".

Re Cardo III[modifica | modifica wikitesto]

Re Cardo III

Re Cardo III (Regno: 1298-1385) Cardo III aveva solo un anno quando sua madre appassì. Divenne così il re più giovane della storia. Il giovane re aveva una predilezione e uno spiccato talento per la poesia e per l'arte. Il suo talento si profuse in opere come "Rosa di Ghiaccio", scritta nel suo 37° anno. Ma sin dalla nascita, egli era afflitto da una terribile malattia. Appassì all'età di 88 anni, senza mai essere intervenuto molto negli affari di stato. Le cause del suo appassimento non furono mai note. Si pensò a una cospirazione... Quest'ipotesi non fu mai confermata.

Dopo che Re Cardo III appassì, sul trono salì Re Cardo IV:

Re Cardo IV[modifica | modifica wikitesto]

Re Cardo IV (Regno: 1385-presente) reggente di Re Cardo III, egli aveva governato in vece del cagionevole re bambino. Quando il re appassì, i suoi servigi furono plauditi ed egli fu eletto re. La sua influenza stabilizzante e la sua arguzia politica lo resero popolare. Fra le imprese da lui realizzate vi sono: Nell'anno di flora 1625 inventò un metodo per controllare i Cromagnoidi. Nell'anno di Flora 1626 capeggiò un'iniziativa per soggiogare tutti i Cromagnoidi.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il nome inglese comune dei Re Cardi e della regina cardina è "Croacus" che si basa sulla pianta Crocus.

In altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Lingua Nome Significato
Uk.png Inglese King Croacus IV
De.png Tedesco König Krokus IV

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]