Satoru Iwata

Da Super Mario Wiki.
Satoru Iwata
SatoruIwata.jpg
Fotografia di Satoru Iwata.
Luogo di nascita: Sapporo, Giappone Jap.png
Nato/a il: 6 dicembre 1959
Morto/a il: 11 luglio 2015
Occupazione: Presidente di Nintendo Co. Ltd (2002-2015)
Amministratore delegato di Nintendo of America (2013-2015)

“On my business card, I am a corporate president. In my mind, I am a game developer. But in my heart, I am a gamer.”
Satoru Iwata, GDC 2005

Satoru Iwata (岩田聡, 6 dicembre 1959 - 11 luglio 2015) è stato quarto presidente della Nintendo e il primo a non avere legami di sangue o di matrimonio con i predecessori. Egli era interessato ai videogiochi sin dall'infanzia e si è laureato in informatica presso l'Istituto di Tecnologia di Tokyo. Satoru Iwata è entrato nella Hal Laboratory come programmatore nel 1980 quando frequentava ancora l'università. Durante i suoi primi anni a HAL Laboratory, ha lavorato ha stretto contatto con Nintendo. In questo periodo ha contribuito allo sviluppo delle serie di EarthBound e Kirby. La società entrò in crisi e nel 1993 Hiroshi Yamauchi insistette affinché Iwata diventasse il nuovo presidente di HAL Laboratory. La società si riprese in fretta e nel 2000 Satoru Iwata venne assunto da nintendo, di cui divenne presidente nel 2002.

Sotto la direzione di Iwata, Nintendo sviluppò il Nintendo DS e il Wii, due console innovative che aiutarono la società a raggiungere il successo finanziario nel settore degli hardware. Iwata dichiarò di voler sviluppare giochi adatti per tutte le età, essendo lui stesso un videogiocatore. Le vendite del Nintendo 3DS e del Wii U non raggiunsero la vetta sperata, per questo motivo Iwata tagliò il suo stesso stipendio prima nel 2011 e successivamente nel 2014. Nel 2015 ha stretto un accorto con DENA per la realizzazione di videogiochi per i dispositivi mobile. Iwata ha sempre cercato di mantenere un rapporto stabile con i fan attraverso i Nintendo Direct e le rubriche di Iwata Chiede.

Nel Giugno del 2014 gli viene diagnosticato un tumore al dotto biliare durante una normale visita di controllo. Il tumore è stato rimosso con successo e il presidente è tornato a lavoro nel mese di ottobre dello stesso anno. Tuttavia, nonostante i presunti miglioramenti, il tumore si è ripresentato e Iwata è morto l'11 luglio 2015 all'età di 55 anni.

Satoru appare in WarioWare, Inc.: Mega Microgame$!.

In suo onore sono stati inseriti in alcuni giochi dei riferimenti a lui. In WarioWare, Inc.: Mega Microgame$! appare nella televisione di Wario, mentre in WarioWare: Smooth Moves è il proprietario un negozio di nome Iwata Shop Manager dove vende dei videogiochi.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

I primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Satoru Iwata è nato il 6 dicembre 1959 a Sapporo, in Giappone, dove su padre era un sindaco municipale. Iwata era interessato ai videogiochi sin dalla tenera età e negli anni del liceo ne sviluppò alcuni per conto suo, tramite l'utilizzò di una calcolatrice programmabile e li fece provare ad alcuni suoi compagni di classe. Verso la fine del 1970, Iwata entrò in possesso del suo primo computer, un Commodore PET. Incuriosito dal suo funzionamento decise di smontarlo. Il PC aveva una CPU simile a quella che Nintendo avrebbe utilizzato in futuro per il Famicom. Nel 1978 viene ammesso nell'Istituto di Tecnologia di Tokyo e riesce a laurearsi in informatica. Mentre frequentava ancora la scuola ha partecipato a diversi stage sulla programmazione dei software. Iwata e alcun suoi amici affittarono un appartamento a Akihabara e formarono un club per programmare dei videogiochi. Col passare degli anni questo club divenne HAL Laboratory, un'azienda che ancora oggi lavora a stretto contatto con Nintendo.

HAL Laboratory[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1980, quando ancora frequentava l'università, Iwata iniziò a lavorare come programmatore part-time per HAL Laboratory. Nel 1982, dopo aver preso la laurea, entrò nell'azienda come dipendente a tempo pieno. La sua famiglia non approvava la carriera che aveva intrapreso, e quando entrò nella HAL Laboratory il padre smise di parlargli per ben sei mesi. Nel 1983 divenne coordinatore della la produzione di software, e nello stesso hanno riuscì a stringere un accordo con Nintendo per poter produrre dei videogiochi per il Famicom. Il suo primo gioco pubblicato commercialmente fu Super Billiards per MSX. Iwata contribuì anche alla creazione di giochi come Balloon Fight, NES Open Tournament Golf, EarthBound e i giochi della serie Kirby. Con la società sull'orlo del fallimento, Iwata è stato promosso a presidente di HAL nel 1993, su insistenza dell'allora presidente di Nintendo, Hiroshi Yamauchi. Secondo Martin Robinson di Eurogamer, Yamauchi aveva visto in Iwata alcuni tratti di Gunpei Yokoi, colui che aveva permesso a Nintendo di entrare nell'industria dei videogiochi. Grazie all'aiuto Nintendo, Iwata è riuscito a risollevare le sorti di HAL Laboratory. Inizialmente era un po' in esperto a gestire un'azienda così importante, ma riuscì comunque a farcela leggendo dei libri sulla questione o chiedendo consigli a persone più esperte di lui.

Satoru Iwata ha assistito allo sviluppo di Pokémon Oro e Argento, che fu rilasciato per il Game Boy Color nel Novembre del 1999. Ha creato una serie di strumenti di compressione che furono utilizzati per creare la grafica dei giochi. Ha fatto da intermediario tra Nintendo e Game Freak aiutando nello sviluppo di Pokémon Stadium per Nintendo 64. Iwata ha anche affiancato Masahiro Sakurai nello sviluppo di Super Smash Bros..

L'arrivo in Nintendo (2000-2003)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2000 Iwata entrò a far parte di Nintendo a capo del suo team di sviluppo. Nei primi due anni di servizio, ha tentato di ridurre il prezzo e il tempo di sviluppo dei singoli videogiochi pur continuando a creare delle esperienze di giochi uniche. In questo lasso di tempo, i profitti dell'azienda sono aumentati dal 20 al 41 per cento. Quando Hiroshi Yamauchi, presidente della società dal 1949, si dimise il 31 maggio 2002, Iwata divenne il quarto presidente di Nintendo con la benedizione dello stesso Yamauchi che gli ha fornito dei consigli molto importanti su come gestire un'azienda. È stato il primo presidente di Nintendo a non avere legami di sangue o di matrimonio con la famiglia Yamauchi. Yamauchi ha lasciato Nintendo nelle mani di Iwata con un ultima richiesta: "che Nintendo possa dare alla luce nuove idee e creare un hardware in grado di realizzarle. E creare dei software che aderiscano a questa stessa richiesta."

Ai tempi della promozione di Iwata, a differenza delle aziende rivali, Nintendo non se la passava bene per quanto riguardava il mercato delle console. Le vendite nel Nintendo GameCube, infatti, non furono eccezionali. In questo stesso periodo si stavano diffondendo il gioco online, un settore che per Nintendo era ancora estraneo. Riguardo alla questione, Iwata fu molto discreto e rispose in questo modo: "Non siamo contrari all'idea di introdurre l'online. Siamo solo pratici." Durante un'intervista del 2002 ha affermato che l'industria dei videogiochi fosse diventata troppo di nicchia, e ha espresso il desiderio di creare giochi e console che puntassero sull'attirare qualsiasi giocatore piuttosto di puntare sulla potenza grafica. Iwata ha usato la strategia dell'"oceano blu" per aiutare Nintendo a competere con successo contro le altre produttrici di console: invece di creare un hardware con le stesse capacità tecniche, Iwata si è concentrato sullo sviluppo di giochi e unità hardware originali e divertenti, sfruttando anche la sua esperienza da sviluppatore per dare forma alla sua visione. Egli è anche riuscito ha stringere un accordo con Capcom per poter migliorare le vendite del GameCube.

La ripresa della società (2004-2009)[modifica | modifica wikitesto]

Sotto la guida di Iwata, Nintendo ha prodotto una nuova console portatile, il Nintendo DS dotato di una forma a "conchiglia" e di touchscreen in grado di fornire nuove esperienze di gioco. Prima del lancio del Nintendo DS, in un'intervista Iwata ha dichiarato: "I giochi sono ad un punto morto". Secondo lui gli sviluppatori si stavano concentrando troppo sui giochi per gli hardcore gamer, lasciando da parte i casual gamer. Inoltre fino a quel momento Nintendo era una società "conservatrice" e Iwata decise di trasformarla in una società "innovatrice". Le vendite del Nintendo DS furono altissime, e ancora oggi è la seconda console più venduta al mondo, tanto che nel settembre 2014 ne sono state vendute più di 154 milioni di unità. Il 2 Dicembre, il giorno in cui Nintendo DS uscì in Giappone, Iwata si mise in contatto con il Dr. Ryuta Kawashima per creare un videogioco adatto ai non giocatori. Fu in questo modo che nacque il gioco Brain Training del Dr. Kawashima, il quale ebbe un grandissimo successo superando le 200 milioni copie vendute.

Incoraggiato da Yamauchi, Iwata è riuscito a creare una console casalinga innovativa: il Wii, dotato di un controller completamente diverso rispetto ai controller tradizionali. Il Wii fu la prima console della storia ad introdurre l'utilizzo del motion control e in un primo momento fu nota al pubblico con il nome di "Revolution", perché lo scopo del presidente era quello di offrire ai giocatori un esperienza di gioco diversa e innovativa. Iwata ha sfidata gli ingegneri ha creare una console sottile e leggera che non fosse spessa più di tre scatole di DVD messe una sopra l'altra. Quando il Wiimote venne presentato al pubblico, Iwata ha ribadito di aver scelto la forma di un telecomando per il nuovo controller in modo che fosse direttamente più accessibile. Per questo stesso motivo Iwata ha sottolineato che il Wiimote è un vero e proprio telecomando piuttosto che un controller.

Le vendite del Wii sono state eccezionali, tanto che le azioni di Nintendo sono raddoppiate al lancio della console che fu definita come "un importante passo avanti nella storia dei videogiochi". Per questo motivo Iwata fu considerato un "rivoluzionario gentile". Il giornale Barron ha incluso Iwata nella lista dei 30 migliori amministratori delegati del mondo tra il 2007 e il 2009.

Lista di giochi[modifica | modifica wikitesto]

Satoru Iwata è stato creditato come "Produttore Esecutivo" su tutti i giochi Nintendo sin da quando è stato promosso a presidente. Quella che segue è una lista dei giochi legati alla serie di Mario ai quali ha lavorato prima della promozione.

Galleria[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]