Sganassotec

Da Super Mario Wiki, l'enciclopedia di Mario.
Sganassotec
Sganassotec.jpg
Specie:
Doppiatore attuale:
Luogo d'origine: Regno delle Sabbie
Debutto in: Super Mario Odyssey (2017)
Ultima apparizione:

Sganassotec è il secondo boss del Regno delle Sabbie in Super Mario Odyssey. Il suo aspetto è basato su quello delle teste colossali olmeche e ha diverse somiglianze con Rocciocchio, un boss di Super Mario 64. Entrambi sono degli antichi guardiani di pietra sepolti nel deserto, attaccano utilizzando le mani e, solo nella versione inglese, parlano in modo sgrammaticato. Ha sempre gli occhi chiusi e non li apre mai neanche mentre combatte.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sganassotec sepolto sotto la sabbia.

Quando Mario arriva per prima volta nel Regno delle Sabbie, Sganassotec è per metà sepolto sotto terra, con la parte superiore della testa sporgente. Se il giocatore gli salta in testa o esegue uno schianto a terra su di lui, il guardiano di pietra gli ringhia contro. All'interno della corona di ghiaccio che ha sul capo, è ben visibile una Multiluna congelata.

Sganassotec incastrato sul soffitto del Tempio segreto di Tostalandia.

Dopo lo scontro Hariet, la Piramide Capovolta si solleva, permettendo a Mario di accedere al Tempio segreto di Tostalandia, una grotta completamente ghiacciata. Nella parte più profonda del tempio, è possibile notare l'estremità inferiore di Sganassotec incastrata nel terreno, nell'esatto punto in cui da fuori era possibile vedere la sua testa fin dall'inizio. Dopo che Mario ha cap-turato un Pallottolo Bill e raggiunto l'arena, sotto al punto in cui il boss è incastrato, Sganassotec si sveglia e attacca l'idraulico, poiché pensa che sia stato lui a rubare l'anello dell'unione.

Mario combatte contro Sganassotec.

In battaglia Sganassotec attacca utilizzando i suoi pugni, cercando di schiacciare Mario. Tuttavia, se lo manca, sbatte contro il terreno, e se sotto c'è un pezzo di ghiaccio si contorce per il dolore. Il giocatore deve cap-turare uno dei pugni di Sgnassotec e volare contro di lui per sconfiggerlo, evitando i pezzi di ghiaccio lanciati dall'altra mano. Dopo il primo colpo, Sganassotec lancia entrambi i pugni contro Mario, in linea retta e quando le mani tornano da lui le sbatte contro il pavimento, facendo cadere delle stalattiti. Dopo il secondo colpo, i pugni di Sganassotec diventano più veloci e il boss ha un attacco in più. Infatti può fermare le sue mani l'una davanti all'altra, dandosi il cinque più volte consecutivamente, per cercare di colpire Mario. Infine, al terzo colpo, Sganassotec esplode, rilasciando la Multiluna congelata nella sua corona, mentre il ghiaccio presente a Tostalandia, di cui il boss era l'artefice, si scioglie completamente.

In un dipinto warp del Regno dei Funghi Mario può risfidare Sganassotec tutte le volte che vuole. La battaglia è molto simile alla prima, tuttavia Sganassotec può evocare dei Bendaliti per cercare di distratte Mario.

In altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Lingua Nome Significato
Jap.png Giapponese アッチーニャ神
Acchīnya Kami
Uk.png Inglese Knucklotec
France.png Francese Grand Caputl
De.png Tedesco Faustezuma
Spa.png Spagnolo Katunda
Du.png Olandese Knucklotec
Ru.png Russo Кулакатль
Kulakatl'
Cina.png Cinese 阿炽尼亚神 (Semplificato)
阿熾尼亞神 (Tradizionale)
Āchìníyǎ shén

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]