Super Mario 64

Da Super Mario Wiki, l'enciclopedia di Mario.
Super Mario 64
Super Mario 64 boxart.jpg
Sviluppatore: Nintendo EAD
Pubblicazione: Nintendo
Genere: Piattaforme, azione/avventura
Console: Nintendo 64, Virtual Console (Wii, Wii U)
Modalità: Giocatore singolo
Valutazione:
PEGI3new.svg PEGI: Da tre anni in poi
ESRB K-A.png ESRB: Bambini ed adulti
Dispositivo:
Nintendo 64:
Media N64 icon.png Cartuccia
Wii:
Media DL icon.png Download digitale
Wii U:
Media DL icon.png Download digitale
Controller:
Nintendo 64:
Wii:
Wii U:
Data di pubblicazione: Nintendo 64:
Jap 23 giugno 1996
Usa 29 settembre 1996
Eur 1 marzo 1997
Aus 1 marzo 1997
Cina 21 novembre 2003 (iQue Player)

Virtual Console (Wii):
Usa 19 novembre 2006
Jap 2 dicembre 2006
Aus 7 dicembre 2006
Eur 8 dicembre 2006

Virtual Console (Wii U):
Usa 1 aprile 2015
Eur 1 aprile 2015
Aus 2 aprile 2015
Jap 8 aprile 2015
[ Topic di discussione]

Super Mario 64 è un gioco di piattaforme 3D per Nintendo 64. È stato pubblicato in Giappone il 23 giugno 1996, negli Stati Uniti il 29 settembre 1996 e in Europa il primo marzo 1997. Questo gioco è il titolo di lancio del Nintendo 64, insieme a Pilotwings 64. Fino a oggi, il gioco ha venduto oltre sei milioni di copie. Super Mario 64, oltre ad essere molto conosciuto in tutto il mondo, è considerato dai giocatori e dalla critica uno dei migliori videogiochi della storia. Si tratta del primo platform in 3D della serie, seguito da Super Mario Sunshine (pubblicato nel 2002 per Nintendo GameCube), Super Mario Galaxy e Super Mario Galaxy 2 (pubblicati nel 2007 e nel 2010 per Wii), Super Mario 3D Land (pubblicato per Nintendo 3DS nel 2011) e Super Mario 3D World (pubblicato per Wii U). Nonostante non fosse in assoluto il primo vero e proprio platform in 3D rivoluzionò il genere, e molti giochi presto seguirono le sue orme, usandolo come riferimento. Fu rilasciata, nel luglio del 1997, una versione che includeva il supporto al Rumble Pak e delle modifiche effettuate sulla versione statunitense durante la localizzazione.

Il remake di Super Mario 64, nel 2004, fu Super Mario 64 DS (per Nintendo DS) e include varie differenze rispetto al gioco originale. C'era anche un sequel in cantiere che avrebbe dovuto avere il nome di Super Mario 64 2, ma venne cancellato dopo poco tempo. Alcuni dei suoi elementi furono riutilizzati nei giochi successivi. Un altro sequel di Super Mario 64 che non venne mai terminato fu Super Mario 128. Quest'ultimo progetto fu poi usato come base per sviluppare il primo episodio dell'ormai nota serie di Pikmin, che ha preceduto di qualche mese Super Mario Sunshine, il primo vero e proprio seguito di Super Mario 64.

Per quanto riguarda il team di sviluppo, Shigeru Miyamoto è il produttore e il direttore. Al contrario di come molti pensano, Super Mario 64 non è il gioco in cui Charles Martinet ha doppiato Mario per la primissima volta: il gioco in cui ha esordito, infatti, è Mario's FUNdamentals. Gli altri doppiatori sono Leslie Swan per la Principessa Peach e Isaac Marshall per Bowser. La colonna sonora, invece, è prodotta da Koji Kondo.

Il gioco[modifica | modifica wikitesto]

Spoilermarioso.png Spoiler: Questa sezione contiene informazioni sulla trama.
La lettera di Peach.

La trama di Super Mario 64 è diversa dai precedenti giochi della serie. Mario, l'unico personaggio giocabile, riceve una lettera dalla Principessa Peach, in cui quest'ultima gli chiede di andare nel suo castello per mangiare una torta che gli ha preparato. Mentre si dirige al castello, però la Principessa Peach scompare, e Mario decide di iniziare a cercarla; fino a qui niente di insolito, se non fosse che dovrà farlo nel castello della sua amata principessa, esplorando 15 aree sparse nel Regno dei Funghi accessibili entrando nei dipinti al suo interno, visto che è proprio quello il luogo in cui il malvagio Bowser ha rapito e rinchiuso Peach. La grande novità che questo gioco ha portato nel mondo videoludico è la possibilità di esplorare liberamente un ambiente tridimensionale, con la possibilità di scegliere la propria meta. Questa, tra l'altro, è una delle caratteristiche principali dei platform in 3D della serie.

Infatti, in ognuna delle 15 aree principali è possibile affrontare 6 missioni, al termine delle quali si ottiene una Stella. Solitamente in ogni missione ci sono delle indicazioni su come ottenere la Stella corrispondente. Tuttavia è possibile ottenere anche le Stelle delle altre missioni, tranne in rare eccezioni in cui è necessario aver sbloccato dei nuovi power up. Le Stelle, al contrario dei giochi precedenti in cui rendono invincibili i Mario Bros. per qualche secondo, servono a rompere i sigilli che Bowser ha applicato sulle porte del castello per renderlo inespugnabile. Ogni porta necessita di un determinato numero di Stelle per essere aperta, e dà accesso a nuove stanze del castello, in cui è possibile trovare nuove aree e vari segreti. Alcune porte, però, possono essere aperte solo grazie a delle chiavi. Esistono solo due chiavi in tutto il gioco, e si ottengono sconfiggendo Bowser raggiungendolo nelle prime due delle sue tre aree segrete. I dipinti sui muri del castello non sono l'entrata di tutte le aree.

Infatti, alcune di esse, sono raggiungibili in modi alternativi, che aggiungono un tocco di varietà. Inoltre, in ognuna delle 15 aree principali, è possibile trovare una grande quantità di monete. Raccogliendone 100 si ottiene una Stella extra. Per sconfiggere definitivamente Bowser servono 70 Stelle, ma in totale ce ne sono 120. Di conseguenza il giocatore è libero di prendere le Stelle che preferisce per poter farsi strada verso il re dei Koopa. Ovviamente è possibile tornare in tutte le aree già esplorate per ottenere nuove Stelle. Una volta ottenute tutte le 120 stelle diventa possibile raggiungere il tetto del castello, sul quale si trova Yoshi, che regala a Mario 100 vite e un effetto speciale durante il Salto Triplo. Riuscirci è tutto tranne che semplice, visto che alcune Stelle, oltre ad essere ben nascoste, sono ostiche da prendere. In ogni area, quindi, ci sono 7 Stelle. 7 Stelle per 15 aree sono 105 Stelle. Come si ottengono, quindi, le restanti 15? È presto detto: Ci sono delle aree segrete accessibili in svariati modi che contengono le Stelle rimanenti.

Mario vola col Cappello Ala.

Un buon esempio è Lo Scivolo della Principessa, raggiungibile subito dopo aver ottenuto una Stella. L'unico obiettivo, in quest'area, è scivolare su un lungo scivolo sospeso nel vuoto senza cadere, per raggiungere una stanza contenente due Stelle, di cui una ottenibile solo completando lo scivolo in meno di 21 secondi. Cadendo nel vuoto, si torna nella stanza principale del castello. Ci sono altri due scivoli nel gioco, nascosti in due delle 15 aree principali. In questi ultimi, al contrario dello Scivolo della Principessa, se si cade si perde una vita. Essendo raggiungibili in fasi più avanzate dell'avventura, sono anche più complessi. Come è stato accennato precedentemente, alcune Stelle si possono ottenere solo dopo aver sbloccato dei power up. I power up in questione sono il Cappello Ala, il Cappello Invisibile e il Cappello di Metallo.

Per sbloccarli è necessario attivare degli interruttori speciali nascosti in aree segrete.

Super Mario 64, come tutti i giochi della serie pubblicati in quel periodo, ha una grande quantità di nemici. Ognuno di loro ha un modo diverso di attaccare e di subire gli attacchi. I Goomba, oltre ad essere come sempre i nemici più comuni, sono anche i più semplici da sconfiggere. Ci sono vari modi per metterli al tappeto, che variano dal classico salto sulla testa al lancio di casse su di essi. In ogni caso, una volta sconfitti, lasciano cadere un'unica Moneta. Una delle loro varianti, il Goomba Grande (che appare solo nell'Isola Granpiccola), se sconfitto con uno Schianto a Terra, lascia cadere una Moneta Blu. I Goomba, naturalmente, non sono gli unici nemici tipici della serie ad essere rappresentati in tre dimensioni per la prima volta in Super Mario 64. Infatti ci sono anche i Koopa (molto più rari) che se sconfitti lasciano cadere il loro Guscio, le Bob-ombe che si attivano quando sono vicino a Mario ed esplodono dopo qualche secondo e altri ancora. Tra i nuovi nemici è possibile vedere i Bully (mai più apparsi nella serie), i Womp, il Torcibruco e tanti altri. Quest'ultimo, tra l'altro, è un boss. Tutti i boss (a parte Rocciocchio, Bronco di ghiaccio, Torcibruco e Bowser) sono forme potenziate dei nemici comuni. Non brillano certo per la competitività, ma il modo per batterli cambia per ciascuno di loro, rendendoli divertenti da sfidare. Quasi tutti i nemici, quando toccano Mario, gli infliggono danni. Quando Mario subisce danni perde un po' di energia, e quando l'energia finisce, perde una vita. Per recuperare l'energia basta ottenere delle monete o galleggiare sull'acqua a temperatura ambiente, mentre per recuperare una vita è necessario ottenere molte monete o un Fungo 1-Up. Altri modi per subire danni sono cadere nella lava, nuotare nell'acqua gelida, nuotare sott'acqua senza respirare, e altro ancora. Non tutti i nemici infliggono danni a Mario. Alcuni, infatti, hanno funzioni diverse. Per esempio, i Klepto e gli Ukiki rubano il cappello a Mario, e i Bully lo spingono tentando di farlo cadere nella lava o nell'acqua fredda.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi di supporto[modifica | modifica wikitesto]

Nemici[modifica | modifica wikitesto]

Nemici nuovi[modifica | modifica wikitesto]

Nemici che ritornano[modifica | modifica wikitesto]

Boss[modifica | modifica wikitesto]

Oggetti[modifica | modifica wikitesto]

  • Fungo 1-Up: Permettono di ottenere una vita extra.
  • Guscio: Rari gusci indossati dai Koopa. Possono essere cavalcati, permettendo di correre su qualsiasi tipo di terreno, inclusa la lava e l'acqua. Inoltre permettono di sconfiggere la maggior parte dei nemici travolti. Un guscio particolare si trova in una conchiglia nella Baia Pirata, e puo essere usato prendendolo mentre si è in acqua.

Monete[modifica | modifica wikitesto]

Ci sono tre tipi di monete:

  • Moneta Gialla: Una moneta molto comune. Raccogliendone 100 si ottiene una Stella extra.
  • Moneta Rossa: Se si prendono 8 monete rosse in un livello si ottiene una Stella. Ogni moneta rossa vale quanto due monete gialle.
  • Moneta Blu: Una moneta blu vale quanto 5 monete gialle. Attivando gli interruttori raffiguranti una moneta blu, ne appaiono alcune per un breve tempo. I nemici più pericolosi, se sconfitti, lasciano cadere una moneta blu.

Cappelli[modifica | modifica wikitesto]

Nel gioco, sono presenti i seguenti cappelli, che Mario può trovare in alcuni blocchi dopo aver attivato i rispettivi interruttori:

  • Cappello normale: Il cappello che utilizza abitualmente Mario. Però, può essere perso in varie zone del gioco. Senza il suo cappello, subisce più danni del normale; per recuperarlo, basterà tornare dove è stato smarrito e Mario tornerà a indossarlo.
  • Cappello Alato: Permette a Mario di volare.
  • Cappello di metallo: Permette a Mario di diventare invincibile per qualche secondo. Può camminare sul fondo del mare, ma non può nuotare. Il cappello di metallo permette anche di resistere all'aria velenosa che si trova nella Grotta Labirinto.
  • Cappello Invisibile: Dopo averlo indossato, il Cappello Invisibile rende Mario trasparente e invulnerabile agli attacchi nemici. Può passare attraverso i corpi degli avversari senza subire danno e anche attraverso alcune pareti.

Interruttori[modifica | modifica wikitesto]

  • Interruttore Rosso: Dopo aver ottenuto 10 Stelle, appare una luce nel piano terra del castello. Guardando verso il punto da cui proviene la luce, si viene teletrasportati in un'area segreta, all'interno della quale si trova un interruttore rosso che attiva tutti i blocchi contenenti i Cappelli Ala.
  • Interruttore Blu: Dopo aver tolto l'acqua nel giardino del castello, diventa possibile entrare in un fossato nel pavimento. Da questo fossato si accede a un'area segreta in cui si trova un interruttore blu che attiva tutti i blocchi contenenti i Cappelli Invisibili.
  • Interruttore Verde: All'interno della Caverna di Metallo, raggiungibile dalla Grotta Labirinto, c'è un interruttore verde che attiva tutti i blocchi contenenti i Cappelli di Metallo.

Aree[modifica | modifica wikitesto]

Il Castello della Principessa Peach ha tre piani, un piano sotterraneo e un giardino. Tutti questi posti contengono le entrate alle varie aree. Per accedere al piano sotterraneo bisogna sconfiggere Bowser nell'area speciale Bowser al Buio, mentre per andare al primo piano Mario deve sconfiggere nuovamente Bowser in un'area speciale chiamata Bowser nel Lago di Lava. La maggior parte delle aree, inoltre, necessitano un determinato numero di Stelle per poter accedervi.

Le 15 aree sono le seguenti:

Piano terra[modifica | modifica wikitesto]

  • 1. Battaglia di Bob-ombe: In questa area Mario incontra le amichevoli Buon-ombe rosse, che sono in guerra con le Bob-ombe nere. Saranno loro a sbloccare i cannoni. Le Bob-ombe nere sono guidate dal Boss Bob-omba, una grande Bob-omba che sta sulla sommità di una montagna e ha il compito di custodire la prima Stella del gioco. Appena incontrato propone una sfida: riuscire a colpirlo tre volte, se Mario ci riesce riceve la Stella. In quest'area Mario incontra un Categnaccio (l'unico del gioco) e Koopa il Veloce per la prima volta.
  • 2. Fortezza di Womp: Una fortezza che fluttua nel cielo. Qui Mario incontra le Piante Piranha, i Womp e i Twomp.
  • 3. Baia Pirata: Un livello sottomarino in cui c'è un relitto che contiene un tesoro. Qui vi abita un anguilla gigante che si chiama Mordorena, ed è capace di arrecare molti danni a Mario, mettendolo in fin di vita. Questa ha una Stella appesa all'estremità della coda.
  • 4. Monte Refrigerio: La prima delle due aree innevate del gioco, sono presenti dei pinguini che hanno bisogno d'aiuto e vari pupazzi di neve cattivi (Mr. Bufera). Inoltre c'è un pinguino gigante che sfiderà Mario in una corsa. Se Mario la vincerà riceverà come premio una Stella.
  • Lo Scivolo della Principessa: Uno scivolo che contiene ben due stelle segrete.
  • L'Acquario SegretoUn'enorme stanza che viene usata come acquario.
  • Torre ArcobalenoIn questo livello si sblocca il Cappello Alato che trasforma Mario in Mario Alato.
  • Bowser al Buio (Bowser Round 1): La prima area di Bowser, in cui bisognerà affrontare per la prima volta il Re dei Koopa.

Giardino Interno[modifica | modifica wikitesto]

Sotterranei[modifica | modifica wikitesto]

È possibile accedervi solo battendo Bowser per la prima volta.

  • 6. Grotta Labirinto: Un complesso di caverne, ricorda i livelli dungeon dei primi giochi della serie di Super Mario. In questa area vive un amichevole dinosauro marino chiamato Dorrie. In questo livello si sblocca il Cappello di Metallo, un cappello che trasforma Mario in Metal Mario.
  • 7. Lago di Lava: Pieno di piattaforme sospese su un mare di lava. In questo livello c'è un vulcano in cui Mario può entrare e che porta a un'area segreta. Il mare di lava rende questo livello molto più difficile da attraversare.
  • 8. Deserto Ingoiatutto: Un caldo deserto in cui vi sono sabbie mobili e un'enorme piramide piena di labirinti e pericoli. Il Deserto Ingoiatutto ricorda molto la Desert Land presente in Super Mario Bros. 3.
  • 9. Abisso Acquatico: Un'altra area sottomarina. È divisa in due ambienti separati da un tunnel. In questa area c'è un grande sottomarino che appartiene a Bowser.
  • Il segreto del fossatoIn questo livello si sblocca il Cappello Invisibile che trasforma Mario in Mario Invisibile.
  • Bowser nel Lago di Lava (Bowser Round 2): La seconda area di Bowser, da non confondere col Lago di Lava.

Primo Piano[modifica | modifica wikitesto]

È possibile accedervi solo battendo Bowser per la seconda volta.

  • 10. Terra Innevata: La seconda delle due aree innevate del gioco. Qui è presente un gigantesco pupazzo di neve e un igloo che, nonostante le apparenze, è molto grande. L'acqua ghiacciata di questa area diminuisce gradualmente l'energia di Mario al semplice contatto.
  • 11. Bagna Asciuga: In quest'area è possibile variare il livello dell'acqua per raggiungere zone altrimenti inaccessibili. Contiene un'ampia città subacquea quasi completamente deserta.
  • 12. Monte Gigante: In questa grande montagna piena di insidie vive la scimmia Ukiki, che si diverte a rubare il cappello a Mario. Qui si trova anche quello che probabilmente è lo scivolo più complesso del gioco.
  • 13. Isola Granpiccola: Un'area molto particolare, visto che ne esistono due versioni. Come suggerisce il nome, una è enorme, e l'altra è minuscola. È possibile cambiare versione entrando in un Tubo.

Secondo piano[modifica | modifica wikitesto]

È possibile accedervi solo avendo 50 stelle.

  • 14. Pendolo Tictoccato: Ambientato tra i meccanismi di un gigantesco orologio a pendolo.
  • 15. Cammino Arcobaleno: Ambientato in cielo, con varie piattaforme ed edifici fluttuanti che possono essere raggiunti tramite un tappeto volante.
  • Oltre l'arcobaleno Un'insieme di nuvole collegate tra loro dagli arcobaleni.

Terzo Piano[modifica | modifica wikitesto]

È possibile accedervi solo avendo 50 stelle, ma finché non se ne otterranno 70 sarà impossibile da attraversare poiché un incantesimo fatto da Bowser rende impossibile la scalata.

  • Bowser in Cielo (Bowser Round 3): L'area conclusiva, da affrontare prima dell'ultimo boss.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Esistono tre potenziali seguiti diretti di Super Mario 64, di cui solo uno venne completato, ovvero Super Mario Sunshine.
  • Alcuni video dimostrano che sfruttando alcuni glitch è possibile completare il gioco senza Stelle in circa 5 minuti, escludendo le sequenze: Intro, scena finale e crediti.
  • Inizialmente il Triplo Salto avrebbe dovuto avere lo stesso effetto del Salto Avvitato.
  • Durante la localizzazione in inglese sono state fatte delle piccole modifiche, che in Giappone vennero pubblicate nel 1997, in una nuova versione del gioco.
  • Il messaggio di Yoshi, nelle versioni inglesi, contiene un errore di grammatica («Mario it that really you?» al posto di «Mario, is that really you?»).
  • Nello schermo del titolo c'è un primo piano della faccia di Mario. In questa occasione è possibile "prendere" col cursore alcune parti della faccia e allungarle in varie direzioni.
  • L'idea degli interruttori che attivano i blocchi corrispondenti è un chiaro riferimento a Super Mario World.
  • Il metodo per sconfiggere Bowser prende spunto da Super Mario Bros.: Peach-hime Kyushutsu Dai Sakusen!, un film d'animazione pubblicato solo in Giappone nel 1986.
  • Nella versione giapponese la voce dei personaggi appare più raramente rispetto a quella americana e vengono dette frasi differenti. Infatti all'apertura del gioco, Mario non saluta il giocatore con il classico "Hello!" nella versione giapponese né tantomeno parla nel sonno. La principessa Peach non parla mai nella versione originale, e persino le monete rosse e il Categnaccio hanno un suono diverso. Le voci dei personaggi però sono uguali in entrambe le edizioni. Da ricordare che sia in versione giapponese che americana, quando Mario lancia Bowser lo si sente pronunciare un festoso "Here we go!" accompagnato da un canzonatorio "So long, King Bowser!". In Super Mario 64 DS, invece, lanciando Bowser si sente dire semplicemente "Bye-bye!".
  • Se si ascolta attentamente la musica del boss, è possibile riconoscere il tema musicale velocizzato delle prime 2 fasi contro la Majora's Mask in The Legend of Zelda: Majora's Mask.
  • Negli USA il gioco è uscito tre giorni prima della console.
  • Se si va nel giardino interno e si sposta la visuale verso l'alto é possibile vedere la cima del castello; peró quando sarà possibile salirci, sarà impossibile vedere il giardino interno.

Elementi beta[modifica | modifica wikitesto]

Per approfondire, vedi Elementi beta di Super Mario 64.

Staff[modifica | modifica wikitesto]

Per approfondire, vedi Staff di Super Mario 64.

Galleria[modifica | modifica wikitesto]

Per approfondire, vedi Galleria:Super Mario 64.

In altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Lingua Nome Significato
Jap.png Giapponese スーパーマリオ64
Sūpā Mario 64
Cina.png Cinese 超級瑪利歐64
Chāojí mǎ lì ōu 64

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]