Clicca qui per effettuare il login. Sei nuovo? Crea un nuovo account!
Non hai un account? Clicca qui per iscriverti!
Mushroom Kingdom Nintendo Kingdom Outer Kingdom La Taverna dell'Off-Topic Discussioni sul MC


Come ben saprete, gli annunci degli scorsi giorni hanno scosso non poco gli animi delle varie community Nintendo. Un fulmine a ciel sereno oseremmo dire, ma che era stato anche più volte anticipato dallo stesso Iwata. Ed insomma, ecco la partnership con DeNA, e con essa l'arrivo dei giochi su smartphone e la possibilità di usare qualsiasi IP Nintendo. Da Super Mario a Xenoblade, da Pokémon ad Animal Crossing. Solo il futuro ci saprà dire come andranno le cose.

Non siamo comunque qui per parlare di ciò, l'ha già fatto Frozenstorm in un articolo riepigolativo delle novità degli scorsi giorni.
Le discussioni con DeNA erano iniziate già nel 2010, per intenderci, quando noi desideravamo sapere di più sul 3DS si stava già pensando a questa alleanza, ma Nintendo era sempre stata restia a riguardo. Non è la prima volta però.

Già dopo l'uscita dal Game Boy Color la Nintendo si era subito messa al lavoro su una nuova console portatile. I settori di Ricerca & Sviluppo non stanno mai fermi, e ogni nuovo possibile concept viene sempre fatto valutare prima di diventare quello che sarà il prodotto finito. A volte va bene, tante altre volte no. Spesso è meglio aspettare tempi migliori invece di rischiare con un salto nel vuoto.
Chissà se un giorno scopriremo tutto quello a cui ha lavorato in questi anni Nintendo...

Ma tornando a noi, Nintendo, come tanti altri produttori, è solita registrare i brevetti delle proprie idee, magari non porteranno a nulla in futuro, ma sempre meglio evitare qualche class-action, che quelle fanno sempre comodo alle persone in cerca di soldi.



Ebbene sì, Nintendo lavorò per un periodo ad un ibrido tra cellulare e console portatile.



Da quel poco che abbiamo (grazie ai brevetti) possiamo farci un'idea di come dovesse funzionare, ad esempio era possibile comprare e scaricare da un apposito negozio virtuale i giochi del Game Boy e del Game Boy Color, come Super Mario Bros. DX, Metroid 2: Return of Samus o Golf. Ripensandoci, anche sulle console per 16-bit si tentò una cosa simile, ma di questo ne parleremo magari un'altra volta più approfonditamente. Ma se arrivava una chiamata cosa succedeva? Nulla di più semplice, il gioco andava in pausa in modo da permettere di parlare in background. Insomma, l'antenato dell'Xperia Play e dell'N-Gage!


...Ah, e a proposito di N-Gage... proprio durante quegli anni Nintendo voleva collaborare con Nokia (che stava per conto suo progettando l'N-Gage) per realizzare questo Nintendo Phone! Il più grande colosso della telefonia dell'epoca unito ad uno dei più grandi colossi del mercato videoludico? Sembra fantascienza. Ma alla fine non se ne fece nulla.

Cos'è andato storto? Perché abbiamo avuto il Game Boy Advance e il Nintendo DS e non questo ibrido?
Molto semplicemente, il consiglio di amministrazione di Nintendo of Japan non l'ha approvato, né più né meno. Avevano capito che non era ancora il momento adatto, e come la storia ci insegna, telefoni come l'Xperia Play (che io però desideravo ai tempi, ndr) e l'N-Gage hanno fallito miseramente. Che dire, Nintendo c'aveva visto giusto all'epoca, ma ormai i tempi sono cambiati, e i telefoni si sono evoluti a tal punto di poter fare in termini di hardware meglio di console come Nintendo 3DS o PlayStation Vita, le quali dispongono (per ovvi motivi) di hardware vecchi. Se prima i giochi su telefono erano un semplice diversivo, ora sono diventati parte integrante dell'utilizzo di un telefono nella maggiorparte delle persone, ma appunto si tratta di cose semplici, non giochi che richiedono troppi tasti.

Ma tornando a noi, sempre parlando di brevetti saltò fuori recentemente questo,,,


Un brevetto relativo ad un emulatore per Game Boy su altri dispositivi come telefoni o PC.


Forse pure questo era stato già "premeditato", ma non tanto per portare la Virtual Console su cellulari e tablet, bensì per rimuovere i troppi cloni ed emulatori che vengono venduti (o regalati) sui vari store virtuali. Poi, chissà. Iwata ha ribadito che non c'è l'intenzione di portare titoli per console su telefono, ma bensì di realizzare giochi nati attorno ad un touch screen capacitativo e al giroscopio, roba semplice insomma. Pensate ad esempio a Yoshi Touch 'n' Go per Nintendo DS, o ad un WarioWare, giochi semplicissimi ma che si possono adattare tranquillamente ad un nuovo formato come quello dei cellulari o dei tablet.

Insomma, si vedrà, sperando ovviamente che non si tratti di un salto nel vuoto come quello che hanno evitato ai tempi.
Postato da FlippoH (29/03/2015, 21:43) » Commenta (0)

Immagine

Su Reddit è spuntato il presunto leak di un remake di Paper Mario: Il Portale Millenario per 3DS. Vero o falso? Comunque vada, una cosa è certa: i Paper Mario tradizionali mancano a tutti e un remake sarebbe davvero fantastico. A voi i giudizi.

Fonte: http://www.reddit.com/r/3DS/comments/30 ... r_3d_leak/
Postato da Frozenstorm (26/03/2015, 19:41) » Commenta (19)



Sviluppato da: Gamelion
Data di uscita: 5 marzo 2015
Piattaforma: Nintendo 3DS (eShop)
Prezzo: 4,99 €

League of Heroes è un hack'n'slash RPG uscito nel 2013 su smart device. Era un tipico free to play (o "free to start" come direbbe Iwata) con microtransazioni e tasti su schermo. Nel 2015 Gamelion l'ha portato su 3DS, spogliandolo di tutte le microtransazioni e pubblicità e donandogli controlli analogici ben più congeniali al genere di gioco. Prima di trattare l'adattamento, però, vediamo in cosa consiste il gioco.

Il gioco


League of Heroes si apre nel villaggio medievale di Frognest. Quasi senza alcuna premessa narrativa si seguono subito le istruzioni degli abitanti, per ritrovarsi catapultati in una prateria a menare nemici. Questo, riassunto in poche parole, è lo svolgimento del gioco: si ricevono missioni, si combatte e con l'oro guadagnato si acquistano potenziamenti per il proprio personaggio. È un semplice scacciapensieri con meccaniche tipiche da hack'n'slash RPG, molto vagamente alla Diablo per intenderci.

L'eroe attacca orde di nemici con due armi (una spada più un'arma a distanza a scelta), apre scrigni e raccoglie bottini. La prateria è l'unica ambientazione disponibile, anche se la conformazione del terreno cambia ad ogni missione. Purtroppo il senso di progressione appare poco naturale e piuttosto guidato: la potenza dei nemici si adatta automaticamente al proprio livello, quindi non si può essere troppo deboli o troppo forti, è sufficiente acquistare ogni nuovo pezzo di equipaggiamento per essere forti al punto giusto. Combattere risulta comunque piuttosto soddisfacente, nonostante la ripetitività delle meccaniche.

Gli attacchi vanno solo in quattro direzioni, sebbene ci si possa muovere liberamente. C'è anche un'abilità speciale, piuttosto potente ma scomoda da usare nella frenesia delle battaglie. Si possono sbloccare anche dei potenziamenti permanenti, come una chance di effettuare colpi critici o infliggere più danni di notte. In League of Heroes infatti è presente un ciclo giorno-notte basato sull'orario reale, e condizioni climatiche casuali (che su smartphone dipendevano dal meteo reale, funzione carina) atte a decorare la singola ambientazione di gioco senza effetti sul gameplay.

I personaggi del villaggio, caratterizzati da un doppiaggio simpatico e abbastanza piacevole, affidano diverse missioni all'eroe. Un'adorabile vecchietta sclerata chiede oggetti collezionabili droppati dai nemici, che variano da erbe medicinali, a denti acuminati, piume e cervelli. L'idea è carina e ha del potenziale, ma purtroppo i drop sono completamente casuali e qualsiasi nemico indistintamente possiede proprio l'oggetto richiesto dalla missione attuale.

La grafica è tutta disegnata a mano, niente di eccezionale ma carino e colorato. Il comparto sonoro è del tutto trascurabile, con musiche molto semplici ed effetti sonori non originali.

Il porting 3DS


Tranquilli, dimenticate le microtransazioni e le pubblicità a cui accennavo prima. L'adattamento 3DS per fortuna non ha nulla del genere, il gioco completo costa 5€ all'acquisto e basta. Della versione iOS/Android sono rimasti invece i timer che impediscono di acquistare più oggetti e fare missioni extra più volte di seguito.

Il sistema di controllo è un altro cambiamento molto gradevole: ho provato la versione Android, e devo dire che per un hack'n'slash del genere i tasti sono molto più comodi e precisi. Le interfacce dei menù sono state chiaramente disegnate per essere navigate con un touch screen, e tali sono rimaste. Per acquistare oggetti e gestire le opzioni infatti è necessario ricorrere allo schermo.

L'effetto 3D, d'altra parte... diciamo che non è riuscito benissimo. Ci sono solo due livelli di profondità, il terreno e ogni singolo altro elemento. Tutto ciò che non è un pavimento (personaggi, rocce, alberi, nemici) è estremamente in risalto, dando la sensazione che tutto galleggi in aria. Preferirete probabilmente giocare con lo slide del 3D abbassato.

Conclusione


League of Heroes soffre di un'eccessiva ripetitività e meccaniche poco profonde, ma resta uno scacciapensieri piacevole e accessibile per brevi sessioni casuali. È un gioco simpatico e colorato che può piacere a chi cerca un'esperienza hack'n'slash poco impegnativa, senza troppe pretese, da tenere a portata di mano nella console. Adatto soprattutto ai giocatori casuali o alle prime armi. Una piccola nota: è solo in inglese, ma è abbastanza intuitivo da risultare comprensibile a tutti.
Postato da Frozenstorm (26/03/2015, 18:24) » Commenta (1)

Immagine


È arrivata la primavera!

In occasione della nuova stagione noi del Mario's Castle abbiamo pensato di organizzare una serata speciale del nostro Press Start!

Ma prima di tutto, cos'è il Press Start? Essenzialmente si tratta di una serata speciale sulla nostra chat (http://www.mariocastle.it/chat/), dove la nostra utenza decide cosa giocare e passa in compagnia la serata. Abbiamo pensato che sarebbe stato carino organizzare una serata diversa dal solito, scegliendo di volta in volta temi diversi per staccare un po' dalle serate classiche.

CHE SI FA QUINDI?
Si gioca! In occasione di questa prima serata abbiamo pensato di organizzare delle partite su Super Smash Bros. for Nintendo 3DS / Wii U utilizzando come personaggio Yoshi e come scenari quelli più adatti alla stagione primaverile.

Per altre informazioni e/o domande vi rimandiamo al topic sul forum. ahsisi LINK
Postato da FlippoH (25/03/2015, 22:50) » Commenta (0)


Il celeberrimo Brentalfloss, il noto cantante, compositore e YouTuber americano, ha pubblicato sul suo canale un nuovo video appartenente alla serie dei "With Lyrics".
Il video che vedete sopra, infatti, è un'irriverente versione con testo del tema principale di Super Mario Land 2.
Postato da Gianmark (23/03/2015, 19:24) » Commenta (1)

© 2014 Mario's Castle