Paper Mario: The Origami King – Guida: Le basi dei boss

Commenta
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Telegram

Paper Mario: The Origami King non si limita a proporre un sistema di combattimento particolare, che può anche risultare complesso nelle prime ore di gioco: anche per i boss questo gioco non si trattiene, proponendo un modo di affrontarli completamente diverso dalle battaglie con i nemici standard, che richiede non solo buoni riflessi, ma anche un ottimo uso della materia grigia. Per comprendere al meglio come affrontare i boss del gioco, abbiamo scritto questa piccola guida che possa aiutarvi a tale scopo. Questa iniziativa è in collaborazione con i Nintubers, che hanno pubblicato un video dedicato, e che troverete in fondo a questa pagina.

Allineare il percorso

L'arena di gioco non cambia, ci troviamo sempre su questi quattro anelli da ruotare e scorrere entro il tempo limite. Ma c'è una differenza fondamentale: questa volta è il boss a trovarsi al centro dell'arena, e Mario deve allinare correttamente gli anelli per poter formare un percorso che gli permetta di raggiungerlo e sferrare un attacco.

Nella fase di allineamento si hanno sempre tre mosse anello disponibili, usatele bene!

L'arena di gioco è cosparsa di piastrelle che Mario può percorrere, in modo da attraversare l'arena, sferrare un attacco e, ancor meglio, ricevere eventuali bonus. Di seguito vi mostriamo una lista delle piastrelle e degli oggetti presenti in quasi ogni battaglia contro i boss:

Piastrella/OggettoDescrizione
Fa dirigere Mario nella direzione indicata.
Permette a Mario di sferrare un attacco.
Contiene suggerimenti su come affrontare il boss.
La potenza d'attacco di Mario raddoppia. Non si applica sulla piastrella manforte e su quelle dei Cartomagni.
Mario ha un attacco in più nel suo turno. Non si applica sulla piastrella manforte e su quelle dei Cartomagni.
Attiva la piastrella manforte e le piastrelle dei Cartomagni.
Permette a Olivia di attivare la tecnica degli Arti magni o di trasformarsi in un Cartomagno.
Contiene piastrelle, monete e cuori che vengono piazzati sull'arena di gioco.

È sufficiente camminare sopra una piastrella o toccare un oggetto per attivarne l'effetto. Occorre pianificare con attenzione il proprio percorso, in quanto le piastrelle d'attacco fanno terminare a Mario il movimento, facendolo passare subito alla fase di attacco. Inoltre, bisogna tenere a mente un altro importante fattore: non si può ripercorrere una piastrella già attraversata; nel caso si verifichi, Mario inciamperà e passerà subito il turno al boss.

Importantissime sono le lettere, che contengono suggerimenti su come affrontare i boss se non si hanno idee su come proseguire. Se vi trovate bloccati con un boss in particolare, dirigete prima di tutto Mario verso una di queste lettere per sapere cosa fare. Sono sostanzialmente un'assicurazione sulla vita e sono completamente opzionali, perciò i giocatori che cercano una sfida più impegnativa possono tranquillamente scegliere di ignorarle.

Se non avete idea di cosa fare, prendete la lettera per ricevere dei suggerimenti.

I bonus delle piastrelle possono cumularsi: ciò significa che si può avere un doppio attacco con la potenza raddoppiata. Tenendo in considerazione questi fattori, può essere possibile anche sconfiggere un boss senza subire affatto danni: basta una buona preparazione e agire nel modo giusto e al momento giusto. Il tempismo e l'adattamento alla situazione sono abbastanza fondamentali contro i boss, questi ultimi non se ne staranno certo con le mani in mano ad aspettare che Mario sferri i suoi attacchi. Possiamo distinguere i boss in due categorie: i Cartomagni e i membri della Brigata Cancelleria. Descriviamo un po' entrambe le categorie.

I Cartomagni

I Cartomagni sono boss elementali che vanno affrontati in modo da ottenere il loro potere, che permette a Olivia di trasformarsi nel corso del gioco. Questi boss sono piuttosto criptici all'inizio, ma una volta capita la strategia da utilizzare, sconfiggerli non risulterà complicato. Prendiamo come esempio il Cartomagno della terra, il primo boss del gioco.

La prima fase consiste nel raggiungere le quattro zampe e fargliele ritirare nel proprio guscio a suon di martellate. Assicuratevi di non usare il salto, questo tipo di attacco mira automaticamente il guscio e il boss non riceverà danni. Potete anche mirare la coda, sempre a suon di martellate, per infliggere danni al cartomagno. Già in questa prima fase si può vedere quanto sia fondamentale pianificare bene il percorso, in quanto è necessario che la piastrella attacco si trovi di fronte a una zampa per poter attaccare con successo.

Una volta superata questa prima fase, la fase successiva è incentrata sull'utilizzo degli Arti magni: si cammina sulla piastrella ON per attivare gli Arti magni, si fa arrivare Mario sull'apposita piastrella e... la battaglia è pressoché vinta! Basta eseguire un'ultima serie di comandi per sconfiggere così il primo boss del gioco.

Questa battaglia è solo un'introduzione a cosa possono fare i Cartomagni, ognuno di essi ha le sue strategie per darci filo da torcere. Senza andare troppo nel dettaglio, basti pensare al Cartomagno dell'acqua che è in grado di cancellare delle piastrelle dall'arena di gioco dopo che abbiamo terminato la fase di allineamento, alterando così il percorso di Mario se non si è prestata attenzione.

La Brigata Cancelleria

I membri della Brigata Cancelleria sono a guardia dei nastri di cui andiamo a caccia nel corso del gioco. A differenza dei Cartomagni, non è particolarmente difficile capire come approcciarsi per danneggiarli, ma attenzione! Possono rispondere per le rime e cambiare strategia nel corso della lotta, occorre adattarsi alla situazione e agire di conseguenza, senza usare costantemente la stessa strategia. Come esempio, vediamo l'Astuccio di pastelli, il boss a guardia del primo nastro.

L'inizio della lotta è molto semplice, Mario deve arrivare sul retro dell'astuccio per chiuderlo. Lo si può chiudere sia con una martellata sia con l'utilizzo degli Arti magni, la scelta è lasciata al giocatore. Una volta che l'astuccio viene chiuso, i missili che ha preparato verranno sparati al suo interno, autoinfliggendosi dei danni e stordendosi.

Off topic: i suoi dialoghi con le scritte colorate sono bellissimi.

Una volta stordito è la miglior occasione per attaccarlo da davanti, con un salto o con gli Arti magni. Fate attenzione e mantenete Mario a distanza, altrimenti non appena avrà terminato il suo turno, l'astuccio si riprenderà e sferrerà un attacco inevitabile. Questo e tanti altri fattori vanno considerati contro i boss per volgere la battaglia a proprio favore.

Bene, quindi è sufficiente chiudere l'astuccio, farlo stordire, attaccarlo e ripetere il procedimento, giusto? Sbagliato. Come accennato prima, i boss della Brigata Cancelleria cambiano strategia con l'avanzare della lotta. Una volta persi abbastanza PV, l'astuccio inizia a preparare un attacco con tutti i pastelli, facendoli roteare davanti a sé. In questo caso, tentare di chiuderlo da dietro non avrà successo, perché il coperchio sarà bloccato dai pastelli. Il modo corretto di agire è utilizzare gli Arti magni, di fronte l'astuccio, per afferrare i pastelli e usarli come arma. Se usato bene il tempismo, la lotta giungerà probabilmente al termine, e avrete così sciolto il primo nastro del gioco.

Conclusione

Come avete visto con questi due esempi, quindi, affrontate a sangue freddo i boss di questo gioco e non andate alla cieca: serve strategia e adattamento alla situazione per vincere; sfruttate a più non posso le lettere che trovate nell'arena di gioco, se non avete idea su come proseguire. Come sempre, ecco il video dei Nintubers apposito che si dedica a spiegare le battaglie contro i boss:

Altri contenuti su Paper Mario: The Origami King

  • #sPieghiamoOrigamiKing – Una rubrica in 6 parti in collaborazione con élite4, NintendOn, Nintendoomed, Nintendo Player e WikiBound.
  • Guida: Le basi del sistema di combattimento – Un approfondimento sul sistema di combattimento in collaborazione con Nintubers.
  • Guida: L'equipaggiamento – Un approfondimento sulle armi e gli accessori in collaborazione con Nintubers.
  • La nostra recensione – Il punto di vista di Zackee, un fan dei vecchi giochi disposto a dare una chance a qualcosa di diverso.
  • Il let's play – Guarda lo stream di Stormkyleis, un abile giocatore che non commette mai errori, ogni lunedì, mercoledì e venerdì alle 15:00.
  • Contest "contro il tempo" – Una gara a tema sul gioco, in cui si può vincere una sorpresa a tema Paper Mario.
  • L'enciclopedia – Consulta e costruisci la voce di Paper Mario: The Origami King nella versione italiana della Super Mario Wiki.

Parla con la community italiana di Mario

Entra nella chat Discord

Chi è l'autore?

Avatar di Zackee Biografia: Staffer dal 2006. Non ho mansioni particolari, faccio un po' di tutto, dallo scrivere articoli al presenziare agli eventi pubblici. Cerco di distribuire positività con il mio carattere, se mi incontri dal vivo aspettati almeno un paio di abbracci. Ho l'accento romano anche quando scrivo.
Giochi preferiti: Paper Mario: Il Portale Millenario, Pikmin 2, Monkey Island 2: LeChuck's Revenge, The Legend of Zelda: Majora's Mask, Donkey Kong Country 2: Diddy's Kong Quest.
Contatti: Email Facebook
Guida

Lascia un commento